Nigeriani picchiano il capotreno sul convoglio Trenord: «Il biglietto costa troppo»

Il capotreno di un convoglio di Trenord è stato spintonato durante una discussione con due nigeriani, che si erano lamentati con lui per il costo, da loro ritenuto eccessivo, dei biglietti. Il fatto è accaduto stamattina alle 10.30, sul treno n. 10571 Milano Greco-Stradella (Pavia), all'altezza della stazione di Bressana Bottarone (Pavia). I due nigeriani hanno protestato per il prezzo dei biglietti, dei quali erano regolarmente in possesso. La discussione si è accesa a tal punto che uno dei due ha spinto il capotreno, secondo il racconto reso successivamente dallo stesso ferroviere ai carabinieri della stazione di Broni (Pavia).

Il capotreno, in evidente stato di agitazione dopo quanto era successo, è stato trasportato al pronto soccorso dell'ospedale San Matteo di Pavia, dove è stato poi dimesso senza alcun giorno di prognosi. In seguito a questo episodio, il treno ha ripreso la sua corsa solo alle 11.30. I carabinieri di Broni (Pavia) hanno inviato un'informativa alla Procura della Repubblica di Pavia.
Martedì 15 Maggio 2018 - Ultimo aggiornamento: 16-05-2018 10:38

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 25 commenti presenti
2018-05-16 10:33:18
ma perche ' non vanno con gli elefanti cosi' non devono pagare nulla selvaggi
2018-05-16 09:07:39
Non si meritano piu nulla mandateli via
2018-05-16 09:00:53
La Boldrini disse che questo delle "risorse" dovrà essere anche il nostro stile di vita... l'animacciasua!!!
2018-05-16 08:45:40
Anche se fosse costato un centesimo non lo avrebbero pagato, qui sono loro i padroni e la colpa è solo dei politici che mangiano sui contributi europei dati per fare entrare questa gente, cominciamo ad indagare dove vanno a finire questi soldi.
2018-05-16 08:14:06
Se si desse carta bianca a tutti i cittadini per difendersi da aggressioni, prepotenze, soprusi, violenze ecc..., avremmo molti meno galletti in giro (soprattutto quelli importati) e più gente che eviterebbe questo paesucolo perché arriverebbe il sacrosanto messaggio del "chi sbaglia paga" e/o quello più efficiente del tipo "non tocchiamo gli italiani perché sanno farsi rispettare". Nel caso specifico, un capotreno + 50 passeggeri avrebbero sicuramente educato a dovere questi due selvaggi.
25
  • 683
QUICKMAP