Omicidio-suicidio a Caserta, Teresa uccisa dal marito con la pistola del figlio

Mercoledì 18 Gennaio 2017 di Mary Liguori

Caserta - Ha sparato con l’arma del figlio. Una pistola regolarmente detenuta dal ragazzo, arruolato nell’Esercito e di stanza a Bologna. La 9x21 ad uso civile era rinchiusa nella cassaforte di casa, ma Franco Sorbo se ne è appropriato e ha ucciso la moglie, Teresa Cotugno, esplodendole un colpo alla tempia e due al petto, e poi si è sparato alla testa. È il retroscena, agghiacciante, dell’omicidio-suicidio che due giorni fa ha sconvolto Santa Maria Capua Vetere. Quando in casa Sorbo si è abbattuta la peggiore delle tragedie, il figlio della coppia era nel capoluogo emiliano, dove appunto svolge servizio militare. Solo al mattino, i carabinieri hanno avvisato i suoi superiori di quanto era accaduto nottetempo e il giovane è partito per Santa Maria Capua Vetere.

Ultimo aggiornamento: 18:36 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma Universalis la mostra sui Severi al Colosseo Foro Romano e Palatino

di Laura Larcan