Venezia, tredicenne si impicca ad un albero. I genitori la vedono e la salvano

Venezia, tredicenne si impicca ad un albero. I genitori la vedono e la salvano
di Gabriele Pipia
1 Minuto di Lettura
Lunedì 24 Aprile 2017, 08:42 - Ultimo aggiornamento: 28 Aprile, 08:00

MIRANO - Ha fatto tutto di nascosto, mentre i genitori erano indaffarati in un'altra stanza. È uscita di casa con una corda in mano, l'ha appesa ad un albero del giardino e ha tentato di impiccarsi. Una tredicenne è stata salvata in extremis dai genitori ieri mattina nel Veneziano: mamma e papà hanno chiamato disperatamente il 118 e la ragazzina è stata soccorsa dai medici giunti sul posto con l'elicottero. Trasportata in gravi condizioni all'ospedale di Padova, ieri sera risultava ricoverata in prognosi riservata. 

I genitori erano in casa: quando si sono affacciati alla finestra hanno visto la loro figlia in cortile già appesa alla corda. Stava perdendo coscienza. Penzolava da pochi minuti, ma in questi casi anche i secondi possono essere fatali. I carabinieri hanno ascoltato a lungo i familiari e in queste ore stanno indagando per capire le ragioni di un gesto così terribile. La giovane non aveva lasciato alcun biglietto e pare che non avesse dato alcun segnale preoccupante nelle ore precedenti. Si parla di motivi adolescenziali, legati probabilmente ad una frustrazione sentimentale oppure ad una delusione scolastica. Verranno scandagliati anche i social network, vista l'escalation di episodi simili legati al cyber-bullismo capitati negli ultimi tempi in tutta Italia...
 
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA