Napoli, stupro di gruppo a Posillipo, gli studenti assolti grazie a un video hot: «La vittima sorrideva»

Martedì 27 Febbraio 2018 di Leandro Del Gaudio
7

Non hanno dubbi nell'assolvere i due imputati per una presunta violenza sessuale, ma non hanno dubbi neppure nel tracciare un affresco poco edificante di quei giovani che frequentano «le aree della Napoli bene». Dodici pagine per assolvere due 25enni che riescono a dimostrare la propria innocenza rispetto all'accusa di violenza sessuale, mostrando - tra l'altro - un video effettuato con il cellulare durante un rapporto sessuale di gruppo, immagini di pochi secondi da cui emergeva un atteggiamento consenziente da parte della ragazza.

Ma in questa storia, al di là dell'esito finale (l'assoluzione in primo grado) pesa il giudizio espresso dai giudici su quella parte di mondo giovanile che frequenta i quartieri bene, tra Posillipo e il Vomero. Scrivono i componenti della undicesima sezione (Beatrice Sasso, Umberto Lucarelli, Settimio Cocozza), nella sentenza che assolve i due studenti poco più che ventenni V.E. e V.L.: «La storia vede protagonisti giovani studenti che sono soliti frequentare le aree della Napoli bene e che nonostante godano di un discreto livello socioculturale ed economico, dimostrano tuttavia di non coltivare rispetto e interesse per valori sociali e sentimentali di più alto profilo, quanto piuttosto la propensione a praticare superficiali e occasionali rapporti con coetanei, in una complessiva pochezza e miseria di aspirazioni, intenti e aspettative».

Leggi sul Mattino.it

Ultimo aggiornamento: 28 Febbraio, 08:49 © RIPRODUZIONE RISERVATA