Trento, Sofia morta di malaria a 4 anni: indagato un dipendente dell'ospedale

Martedì 20 Febbraio 2018
Risulta esserci un indagato per la morte della piccola Sofia Zago, la bimba di 4 anni di Trento (figlia di una famiglia trevigiana) uccisa dalla malaria il 4 settembre scorso dopo una vacanza a Bibione. Il procuratore trentino  Marco Gallina ha aperto un fascicolo per omicidio colposo a carico di un dipendente dell'ospedale Santa Chiara, dove la piccola era stata ricoverata. Non è noto il nome dell'uomo indagato.

Le perizie della Procura, del ministero della salute e dell'Azienda sanitaria erano state concordi nell'affermare che il contagio fosse avvenuto in ambiente ospedaliero. La Procura ha ricostruito la "storia" del ricovero della bimba, soprattutto tramite la documentazione medico-infermieristica raccolta, nella ricerca di prove che portassero ad individuare un possibile responsabile del contagio. Ultimo aggiornamento: 21 Febbraio, 17:24 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Con la febbre in aeroporto non si finisce in quarantena

di Mauro Evangelisti

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma