Venezia, fumo in piazza San Marco: diversivo per una rapina in gioielleria

Venerdì 17 Marzo 2017
4
Il fumogeno che ha creato preoccupazione, Intanto i rapinatori...

VENEZIA - Una coltre di fumo densa e bianca, che è salita improvvisamente verso il cielo lungo il muro del campanile di San Marco, a Venezia.


Sconcerto e paura tra i turisti e i veneziani poco dopo le 13, per quello che sembrava un incendio sul campanile più famoso al mondo. Ma non si vedevano fiamme, e un primo controllo ha permesso di individuare la fonte: un fumogeno posizionato alla base del campanile, in prossimità del bar Aurora. Immediato l’intervento dei vigili del fuoco e delle altre forze dell’ordine. 

Il fumogeno è stato gettato da una banda di rapinatori per creare un diversivo: stavano tentando armati un colpo alla goielleria Missaglia in piazza San Marco, ma non ci sono riusciti. Dopo averlo gettato, hanno provato ad entrare nella gioielleria, ma sono stati fermati dalle commesse che sono riuscite a bloccare la porta d'ingresso.
 

 

Ultimo aggiornamento: 18 Marzo, 15:55 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Con la febbre in aeroporto non si finisce in quarantena

di Mauro Evangelisti

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma