Chiusero due rom nel gabbiotto rifiuti di Lidl, il pm chiede l'archiviazione

Martedì 12 Settembre 2017
7

Non fondata la denuncia di sequestro di persona nei confronti dei due dipendenti della Lidl di Follonica (Grosseto) che avevano rinchiuso due donne nomadi nel gabbione dei rifiuti nel piazzale del supermercato. La notizia è riportata dal Tirreno. Il sostituto procuratore ha infatti ritenuto non fondata la denuncia, chiedendo l'archiviazione, presentata dai carabinieri, che erano intervenuti identificando una delle due nomadi e i dipendenti del supermercato, di 26 e 36 anni, che avevano chiuso le due donne in gabbia riprendendole con un telefonino.

I due dipendenti, oltre ad essere denunciati, furono poi licenziati anche dal supermercato. Fin dall'inizio i due dipendenti, avevano sempre affermato che quel filmato era solo uno scherzo. Il pm ha ritenuto anche infondata la denuncia nei confronti dei due ragazzi riguardo all'accusa di sequestro di persona.

Ultimo aggiornamento: 21:16 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Iscrizione a scuola, la regola aurea per decidere senza discutere

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma