Riina, i familiari chiedono «il più stretto riserbo»

Venerdì 17 Novembre 2017
I familiari del boss mafioso Totò Riina, morto la notte scorsa nel reparto detenuti dell'ospedale di Parma, chiedono «il più stretto riserbo». Lo fa sapere all'Adnkronos il legale del capomafia, Luca Cianferoni. «Di più non voglio aggiungere», ha detto l'avvocato che da anni segue il capomafia nei processi. Ieri, la moglie e i figli di Riina, sono stati autorizzati dal ministro Andrea Orlando a raggiungere il padre in fin di vita. © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Con la febbre in aeroporto non si finisce in quarantena

di Mauro Evangelisti

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma