Rapina in villa a Lanciano, il chirurgo: «Ero convinto che ci avrebbero ammazzati»

Domenica 23 Settembre 2018
2
Legati, picchiati, un orecchio tagliato alla donna. «Ero convinto che ci avrebbero ammazzato tutti e due perché ormai, con il sequestro, la violenza...ero certo che sarebbe successo il peggio», dice al Tg1 Carlo Martelli, il chirurgo di 69 anni aggredito insieme alla moglie, Niva Bazzan, nella sua villa a Lanciano (Chieti).

LEGGI ANCHE Lanciano, coniugi massacrati da 4 ladri nella loro villa: a lei tagliato un orecchio

«Sono stato sbattuto a terra e poi legato mani e piedi, tipo incaprettatura. Nel frattempo mia moglie è stata presa e l'hanno legata. Uno solo parlava e diceva:
«O ci dite dov'è la cassaforte o taglio sua moglie a pezzetti».
 
 

  © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

«Eeeee Macarena!»: la foto che mostra quanto è complicato vivere a Roma

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma