Palermo, costretta a prostituirsi a 9 anni davanti ai genitori, il racconto della bimba: «Pagata da 5 a 25 euro»

«Vivo con mamma e papà. Sono figlia unica. Mio padre fa l'agricoltore. Il primo agosto l'ho accompagnato a raccogliere i pomodori nel campo. Lui si era messo d'accordo con un amico di dì famiglia che ci aspettava all'interno della sua macchina. Ha aiutato papà a prendere i pomodori, poi si è steso in macchina».

Comincia così il drammatico racconto della bimba di 9 anni costretta dai genitori a prostituirsi con due «amici» di famiglia. La coppia e i due clienti settantenni sono finiti ai domiciliari per violenza sessuale e sfruttamento della prostituzione minorile. I fatti sono accaduti in un paese del palermitano e in un contesto di forte degrado. «Quel giorno io ero in macchina con lui, poi siamo scesi e mentre mio padre era nel campo mi ha abbassato i pantaloni e gli slip... non era la prima volta. Era successo più volte e ogni volta mi offriva soldi. Spesso è successo anche con mamma», racconta ai carabinieri la vittima che il gip ha ritenuto pienamente credibile.

«Io non volevo avere rapporti con lui, - prosegue - ma lui insisteva: poi quando andava via ci dava dei soldi, li dava a me perché diceva che mi voleva bene. Mi dava cinque euro se gli davo un bacio, 25 se facevo qualcosa in più». Questo è successo prima che facessi dieci anni
». La piccola racconta che il padre avrebbe saputo dopo dei primi incontri e che avrebbe detto a lei e alla madre che erano state brave.
Lunedì 19 Febbraio 2018 - Ultimo aggiornamento: 12:41

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 5 commenti presenti
2018-02-19 17:10:08
Come gia' detto..... Ma come si fa' a condannar St' infami agl'arresti domiciliari? Dovrebbero indagar sul Gip..... Non ho parole. Pensate solo quale peso dovra' sopportare sta' ragazzina per tutta la vita. Non ho parole.
2018-02-19 17:02:10
Come li mandano a prostituirsi, li mandano anche a rubare e quantaltro. Casi come questi, non si contano neppure. Siamo arrivati all'estremità della dignità umana. Bisogna raddoppiare le carceri in Italia innanzitutto ed anche il numero di poliziotti. Ma non ci sono soldi, dicono. Certo che si! Perchè fintantocchè i soldi pubblici servono per strapagare il milione ed oltre di politicanti, sparsi per tutta Italia: 11.000 Comuni italiani, significa 300.000 consiglieri; poi ci sono i consiglieri regionali ultra retribuiti, specialmente quelli delle Regioni a Statuto Speciale che guadagnano quasi quanto i nostri parlamentari. Ci sono ancora i consiglieri provinciali. Poi c'è tutta una valanga di politicanti sparsa in migliaia e migliaia di Enti Pubblici. Insomma, sono miliardi e miliardi di euro, che vengono inghiottiti legalmente. E' chiaro che poi i soldi non ci sono! L'ultima ancora di salvezza che abbiamo è quella di non votare più i partiti tradizionali, ma di provare coi nuovi partiti. Anche questi un domani saranno come quelli attuali, ma prima di arrivare a questo stato di degenerazione, passerà un po di tempo ed il Paese intanto si puo' riprendere.
2018-02-19 14:04:38
spaventoso. A certe mostruositĂ  non ci si abitua mai a sentirle. Pena bastevole non credo esista
2018-02-19 11:23:34
""""""""""""""""La coppia e i due clienti sono finiti ai domiciliari per violenza sessuale e sfruttamento della prostituzione minorile.""""""""""""""""" PAZZESCO !!!! qui ci vuole la sharia. Un reato di tali dimensioni gli si damnno i domiciliari? ORRENDO. Ma che giudici abbiamo in Italia. Forse sono cosí, mi mancano le parole per dire come, perché questi reati non li subiscono in prima persona.
2018-02-19 09:59:58
Che orrore....come potrà mai riprendersi questa povera bambina, se le persone che dovevano amarla e proteggerla le hanno fatto questo? Vi sono delle persone totalmente prive di umanità e mi chiedo perché mai dobbiamo tenerle al mondo.
5
  • 2,1 mila
QUICKMAP