Opere d'arte contraffatte, sequestro dei carabinieri di Bari in 39 città

Studi per un ritratto, Nino Caffè
1 Minuto di Lettura
Martedì 17 Luglio 2018, 23:02

Dal Piemonte alla Sicilia, in 39 città i carabinieri di Bari hanno scoperto un giro di opere d'arte contraffatte del maestro Nino Caffè. Nel decreto di perquisizione e sequestro emesso dalla magistratura barese sono specificati i ruoli dei 43 indagati. A tredici di loro si contestano i reati di ricettazione e contraffazione di 83 opere d'arte. Tra questi c'è il gallerista Veneto Giorgio Borghi, già coinvolto in un'altra inchiesta della Procura di Bari su quadri falsi, ancora in corso, che circa due anni fa portò al sequestro di ben 386 presunte opere contraffatte. Gli altri trenta indagati sono gli acquirenti di quelle opere, le cui case sono state anche perquisite, e che secondo il pm Domenico Minardi e i Carabinieri del Nucleo tutela patrimonio Culturale di Bari sarebbero stati consapevoli di aver comprato quadri falsi. I fatti contestati si riferiscono ai primi mesi del 2018, quando gli investigatori baresi hanno scoperto i primi cataloghi di opere contraffatte.

© RIPRODUZIONE RISERVATA