Norman Atlantic, tre inchieste: indagati il comandante e l'armatore

Norman Atlantic, tre inchieste: indagati il comandante e l'armatore
2 Minuti di Lettura
Martedì 30 Dicembre 2014, 12:47 - Ultimo aggiornamento: 12:49

Sono indagati per i reati di naufragio colposo, omicidio colposo plurimo e lesioni colpose, il comandante della Norman Atlantic, Argilio Giacomazzi, e l'armatore della nave, Carlo Visentini.

Lo si apprende da fonti giudiziarie baresi. Gli inquirenti, a lavoro da questa mattina negli uffici della Capitaneria di Porto di Bari, hanno ascoltato una quarantina di persone, testimoni del naufragio, tra passeggeri ed alcuni membri dell'equipaggio.

La dinamica dei fatti, soprattutto le cause e le modalità di propagazione dell'incendio, saranno accertate con approfondimenti tecnici sulla nave che è stata posta sotto sequestro dalla magistratura barese anche se il provvedimento è stato eseguito per rogatoria dalle autorità giudiziarie albanesi.

A Bari, intanto, sono attese domani le salme delle altre vittime del naufragio oltre le due che sono già a Brindisi. Alcuni arriveranno domani mattina nel porto di Brindisi con la nave San Giorgio della Marina Militare e saranno poi trasportati nell'istituto di medicina legale del Policlinico di Bari per le autopsie. A Bari, ad attendere le salme, per tre delle quali c'è già stato il riconoscimento (si tratterebbe di cittadini italiani) ci sono alcuni parenti per i quali è stata allestita una stanza con brande e coperte.

Sequestrati i teIefonini dei passeggeri. I telefonini privati dei naufraghi del traghetto Norman Atlantic sono stati acquisiti nell'ambito delle indagini della procura di Bari sull'incendio che si è verificato a bordo del traghetto e che ha causato morti, feriti e dispersi. Lo ha reso noto poco fa incontrando i giornalisti il procuratore Giuseppe Volpe.

© RIPRODUZIONE RISERVATA