Napoli, otto profughi minorenni sequestrano il responsabile di una casa famiglia

Martedì 8 Agosto 2017
155

Accolti in una casa famiglia per minori non accompagnati, otto giovani, tutti 17enni e originari di Gambia e Guinea, hanno sequestrato il responsabile 50enne della struttura, Ciro Cristiano, bloccando l’ingresso del centro con alcuni mobili. Lo hanno costretto nel suo ufficio, seduto su un divano e gli hanno intimato di consegnare soldi e i loro documenti personali altrimenti avrebbero appiccato il fuoco alla cooperativa.
 


Giunti velocemente sul posto, i carabinieri dell’aliquota radiomobile della compagnia di Casoria hanno fatto accesso alla struttura, liberato il responsabile e tratto in arresto i minori per sequestro di persona a scopo di estorsione. Dopo le formalità sono stati accompagnati al centro di prima accoglienza dei Colli Aminei di Napoli. 
 
 

Ultimo aggiornamento: 9 Agosto, 16:41 © RIPRODUZIONE RISERVATA