Addio a Moira Orfei, dal tendone ai film con Mastroianni: fu De Laurentiis a suggerirle il look che la rese celebre

Sabato 21 Novembre 2015

Non solo la regina del circo italiano ma anche un'attrice e un personaggio televisivo icona del Paese intero.

Moira Orfei, nome d'arte di Miranda Orfei, è stata uno dei volti più conosciuti in Italia. Nata a Codroipo, in provincia di Udine, il 21 dicembre del 1931 da una famiglia di remote origini sinti, dedita all'arte circense da diverse generazioni: il padre Riccardo Orfei, la madre Violetta Arata, i fratelli Paolo, giocoliere e acrobata di gran successo, e Mauro, abile acrobata alle biciclette. Con il tempo Moira divenne il simbolo stesso del circo in Italia, portando con la forza e l'aiuto della famiglia il circo Orfei ad essere conosciuto ed apprezzato anche nel mondo.

Il Circo di Moira Orfei vero e proprio venne fondato nel 1960 e Moira ne calcò le scene come cavallerizza, trapezista, acrobata, domatrice di elefanti e addestratrice di colombe. La sua immagine kitsch, specchio della sua personalità eccentrica ed esuberante, le fu consigliata da Dino De Laurentiis, che le suggerì anche di cambiare nome.

Da allora il volto di Moira è diventato come un'effigie dalle caratteristiche immutate: trucco pesante con occhi cerchiati dall'eyeliner, rossetto brillante, un neo accentuato sopra il labbro, capelli raccolti a mò di turbante. Tappezzando di cartelloni con la sua foto le città nelle quali si fermava il suo circo, divenne uno dei volti più riconosciuti in Italia. Accanto ai trionfi sulla pedana del circo coltivò negli anni anche una seconda passione, nata quasi per caso, come attrice cinematografica, arrivando a interpretare una quarantina di film, dai peplum alle commedie (fra le quali molte di genere poliziottesco) ai film di autori più impegnati, come Pietro Germi in Signore & signori. Fu lo stesso Germi a dirle una volta che se avesse studiato recitazione avrebbe potuto essere brava come Sophia Loren, sottolineando il naturale talento recitativo di Moira.Moira.

In genere il cinema le ha proposto piccoli ruoli simili al personaggio di sé stessa, domatrice di elefanti nella vita, di uomini e di pubblico sullo schermo, come l'assillante moglie di Christian De Sica nel film Vacanze di Natale '90, che sbraitava in dialetto marchigiano contro l'inetto marito. Fra i numerosi film si possono anche ricordare Casanova '70, accanto a Marcello Mastroianni, Totò e Cleopatra e Il monaco di Monza a fianco del celebre comico napoletano, Straziami, ma di baci saziami con Nino Manfredi e Profumo di donna con l'eclettico Vittorio Gassman, entrambi di Dino Risi. La sua ultima apparizione sul grande schermo è del 2003 quando interpreta brevemente se stessa nel film Natale in India, dove nelle scene iniziali due acrobati (i Fichi d'India) falliscono un numero.

In televisione è famosa per la sua schiettezza e per l'esuberanza del suo personaggio. Nel 2002 ha partecipato come ospite fissa, assieme allo stilista Renato Balestra e all'attrice Silvana Pampanini, a Domenica In, con Mara Venier. Il 4 agosto 2006 Moira Orfei venne colta da un ictus cerebrale durante uno spettacolo a Marina di Gioiosa Jonica. Dopo una lunga convalescenza l'artista tornò in pista in occasione dello show natalizio al "Magic world" di Licola, vicino a Napoli, nel dicembre 2007.

In seguito continuò ad occuparsi personalmente del suo circo, pur non esibendosi più come attrazione ma limitandosi a sfilare salutando il pubblico durante gli spettacoli. Sposata con Walter Nones, impresario circense ed ex domatore, che oltre ad aver portato al successo il Circo Moira Orfei, ha prodotto per l'Italia numerosi spettacoli itineranti come Holiday on Ice, Il Circo di Mosca sul Ghiaccio, Il Circo di Mosca, Il Circo Cinese e l'Armata Rossa, da lui ha avuto due figli, Stefano e Lara. Lara ha dato alla luce due bimbi: Moira junior e Walter junior mentre Stefano dall'unione con Brigitta Boccoli l'ha resa nonna di Manfredi.

Ultimo aggiornamento: 15 Novembre, 14:53