Giugliano, migrante sequestra e violenta un'operatrice nel centro d'accoglienza

Mercoledì 1 Febbraio 2017
44

Un giovane nigeriano di 25 anni, ospite di un centro di accoglienza per immigrati, è stato arrestato con l'accusa di aver sequestrato e violentato una operatrice della struttura. Il fatto è avvenuto all'interno dell'Hotel le Chateau, una struttura che accoglie migranti che si trova lungo la fascia costiera, alla periferia di Giugliano.

Secondo quanto ricostruito dai carabinieri di Varcaturo l'uomo si è introdotto nell'ufficio della donna, 62 anni, ha poi bloccato la porta ed ha iniziato a compiere atti sessuali. Poco dopo è giunta un'altra operatrice: il 25enne ha costretto la vittima ad aprire la porta per non destare sospetti. Ma non è servito perché la collega della vittima ha notato lo sguardo terrorizzato della sua amica ed ha chiamato il 112. I militari sono giunti sul posto poco dopo ed hanno bloccato il 25enne che è stato condotto nel carcere di Poggioreale.

Era arrivato a settembre scorso il migrante 25enne nigeriano arrestato dai carabinieri di Giugliano. Il 25enne, a quanto si apprende, fino a questo momento non si era mai reso protagonista di fatti che potessero suscitare preoccupazione. Secondo quanto ricostruito dai carabinieri dela compagnia guidati dal capitano Antonio De Lise, l'uomo è entrato nell'ufficio della donna di 62 anni, tenendo la porta chiusa per circa mezz'ora. E in questo tempo avrebbe tentato di approfittare della malcapitata. Provvidenziale è stato l'intervento di una collega della vittima che ha allertato le forze dell'ordine. Il giovane è ora rinchiuso nel carcere di Poggioreale in attesa dell'udienza di convalida dell'arresto.

Ultimo aggiornamento: 2 Febbraio, 08:25 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Traffico e sveglie all’alba: cosa non ci manca dell’uscire di casa

di Veronica Cursi