ALLERTA METEO

Il maltempo spazza via l'estate: trombe d'aria a Mantova e Torino. Allerta al Centro Previsioni

Lunedì 16 Luglio 2018
2
Maltempo, trombe d'aria e nubuifragi spazzano via l'estate: le previsioni

Nubifragi con trombe d'aria e grandinate a macchia di leopardo dal Veneto alla Lombardia, al Piemonte, fino alla Emilia Romagna e alla Toscana, con campi di mais distrutti, vigneti danneggiati, piante da frutto divelti, campi allagati e tetti scoperchiati. Il maltempo irrompe sulla Penisola mettendo in standby l'estate a causa di una forte perturbazione atlantica destinata a spazzare via l'anticiclone africano, portando temporali e piogge intense. Dalla serata previsti temporali con grandine e locali nubifragi anche in Umbria e Lazio.

CLICCA QUI per il grafico delle previsioni
 


Le previsioni su Roma. Particolare attenzione alle grandi città come Milano, Bologna, Firenze, Padova, Venezia, ma anche Modena, Cremona, Verona e Genova e in serata e notte anche Roma. Durante i temporali la temperatura crollerà di 10°C con valori massimi non più alti di 22-24°C. Antonio Sanò, direttore e fondatore del sito www.iLMeteo.it comunica che martedì, mentre al Nord tornerà il bel tempo, qualche temporale potrà interessare le regioni adriatiche e poi raggiungerà il Sud, segnatamente gli Appennini, la Basilicata, la Campania fino a Napoli e la Calabria tirrenica. Nei giorni successivi tornerà il sole e le temperature saliranno ancora sopra i 30°C su molte città.

Allerta arancione. La Sala operativa unica della protezione civile regionale (Soup) ha emesso un avviso di criticità con codice arancione (per le province centro meridionali, compresa Firenze) mentre resta il codice giallo (per la costa nord e la Lunigiana). L'avviso di criticità, spiega la Regione, è valido a partire dalle 18 di oggi fino alle 23.59. Per domani, martedì, è previsto un generale miglioramento, ma resterà la possibilità di locali temporali pomeridiani sui rilievi. Dalla mezzanotte l'allerta scenderà a codice giallo fino alle 8 di domani. 

Tromba d'aria a Mantova. Intanto questa mattina una tromba d'aria ha colpito nelle prime ore di questa mattina un'ampia zona orientale del Mantovano al confine con la provincia di Verona. Alberi e tegole sradicati, blackout e allagamenti di cantine si sono verificati a Castel d'Ario, Roverbella e Castelbelforte, causando gravi danni. Non sono stati segnalati feriti. Vigili del fuoco e squadre dell'Enel sono ancora al lavoro. La tromba d'aria ha colpito anche zone dell'Alto mantovano e in particolare Medole, anche qui causando danni al momento ancora difficili da quantificare.

Violento temporale a Torino. Un violento temporale si è abbattuto su Torino nel tardo pomeriggio di oggi. Decine le chiamate ai vigili del fuoco per cantine e garage allagati. La pioggia ha causato qualche disagio anche al traffico, soprattutto in corso Trapani e in strada Altessano, all'altezza di corso Lombardia, dove le strade si sono allagate.  Un violento temporale, con pioggia mista a grandine e vento fino a 87 chilometri orari, si è abbattuto anche sulla provincia di Alessandria. Numerosi gli allagamenti e gli alberi abbattuti, con disagi lungo le strade, soprattutto lungo la PS10 da Alessandria e Spinetta. Allagamenti anche a Valenza, nell'Acquese e nell'Ovadese. Due auto sono rimaste bloccate in un sottopasso di Alessandria; gli automobilisti sono riusciti a mettersi in salvo. Una tromba d'aria ha scoperchiato il tetto di un palazzo a Spinetta Marengo. Allagamenti hanno riguardato anche gli ospedali civile e infantile di Alessandria.

In Sardegna fuga dalle spiagge. Sardegna spazzata da forti venti, piogge e temporali anche con intensa attività elettrica che hanno costretto turisti e vacanzieri ad abbandonare frettolosamente le spiagge tra le 12  e le 14. Forti raffiche di Libeccio stanno spazzato la Sardegna occidentale e centro settentrionale dove in alcuni punti è stata raggiunta l'intensità di burrasca. Molto mossi il mare e il Canale di Sardegna. A Sassari si registrano diversi interventi dei Vigili del Fuoco e della Polizia Locale per la caduta di alberi dovuti alle forti raffiche di vento. Sono state danneggiate alcune auto e chiusi precauzionalmente i giardini pubblici. Numerosi interventi anche ad Oristano, città particolarmente esposta alle forti raffiche di libeccio.

Allerta a Ravenna. Fino alla mezzanotte di oggi, sarà attiva nel territorio del comune di Ravenna l'allerta meteo numero 69, per criticità idrogeologica per temporali, emessa dall'Agenzia regionale di protezione civile e da Arpae Emilia Romagna. L'allerta è gialla. Il Comune di Ravenna raccomanda di mettere in atto le opportune misure di autoprotezione, fra le quali, «fissare gli oggetti sensibili agli effetti della pioggia e della grandine o suscettibili di essere danneggiati; prestare attenzione alle strade eventualmente allagate e non accedere ai sottopassi nel caso» in cui l'acqua li abbia inondati.

La conta dei danni. Secondo le stime di Coldiretti l'ultima ondata di maltempo fa salire ad oltre mezzo miliardo il conto dei danni provocati alle campagne dall'inizio dell'anno. Se in Veneto nell'alto padovano sono stati colpiti piantagioni di mais nel veronese e frutteti, nel Mugello in Toscana la tromba d'aria ha sconvolto campi di zucchine, melanzane e peperoni, mentre nel mantovano sono state danneggiate le coltivazioni di mais e i vigneti con aziende agricole allagate e tetti scoperchiati. In questa fase stagionale la grandine, spiega la Coldiretti, è l'evento più grave per gli agricoltori perché causa danni irreversibili e provoca la perdita dell'intero raccolto dopo un anno di lavoro. Sono gli effetti dei cambiamenti climatici in atto, che si manifestano con la più elevata frequenza di eventi estremi con sfasamenti stagionali, precipitazioni brevi ed intense ed il rapido passaggio dal sole al maltempo.

Ultimo aggiornamento: 22:47 © RIPRODUZIONE RISERVATA