Morì in scooter a Ravenna, i genitori di Marco Pietrobono regalano un'ambulanza alla Croce Rossa

Mercoledì 20 Dicembre 2017 di Adelaide Pierucci
Attrezzature mutimediali donate alle scuole, un concorso letterario e ora un'ambulanza accessoriata con apparecchiature all'avanguardia. I genitori di Marco Pietrobono, il ventiseienne romano falciato quattro anni fa su uno scooter a Ravenna continuano ad elaborare il lutto con azioni di solidarietà in ricordo del figlio.

«Perché Marco era un ragazzo generoso», ricordano. L'ambulanza munita anche di un defibrillatore con monitor e attrezzata per il soccorso delle vittime della strada è stata consegnata sabato alla Croce Rossa. È stata infatti la onlus che porta il nome di Marco e presieduta dal padre Bruno, a finanziare l'acquisto del mezzo di soccorso.

«Un piccolo ospedale viaggiante», ha detto con orgoglio Bruno Pietrobono. Oggi intanto in zona Due Leoni, sulla Casilina, è stata intestata la scuola media statale del quartiere a Marco Pietroboni. Il nome è stato scelto da genitori e docenti dopo un referendum.  Ultimo aggiornamento: 21:19 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Animali in fila dal veterinario, l'attesa diventa una mostra

di Marco Pasqua