Maltempo, dopo la neve arrivano i temporali: nuova allerta meteo della Protezione civile

Domenica 4 Marzo 2018
Nuova allerta meteo della Protezione civile. Ancora piogge e temporali al Centro-Sud, allerta arancione sulle Marche. Il maltempo prosegue sull'Italia a causa delle correnti occidentali atlantiche che continuano ad influenzare le condizioni meteorologiche. Una serie di perturbazioni ci interesseranno da domani con una intensificazione delle precipitazioni che, a tratti, assumeranno anche carattere temporalesco, specialmente sulle regioni meridionali peninsulari. Sulla base delle previsioni disponibili, il Dipartimento della Protezione civile d'intesa con le Regioni coinvolte, ha emesso un avviso di condizioni meteorologiche avverse. I fenomeni meteo, impattando sulle diverse aree del Paese, potrebbero determinare delle criticità idrogeologiche e idrauliche.

L'avviso - informa una nota del Dipartimento - prevede dal pomeriggio di oggi precipitazioni diffuse sulle Marche. Dalla notte si prevedono locali episodi di pioggia congelantesi sull'Emilia-Romagna. Da domani, lunedì 5 marzo, le precipitazioni, da sparse a diffuse, interesseranno anche la Basilicata e la Calabria e potranno assumere anche carattere di rovescio o temporale, insistendo sui settori tirrenici. I fenomeni saranno accompagnati da rovesci di forte intensità, frequente attività elettrica e forti raffiche di vento. Per oggi, è stata valutata allerta arancione sulle Marche centro settentrionali e gialla sui bacini centro meridionali. Allerta gialla anche su Umbria e Abruzzo e sui bacini orientali e meridionali dell'Emilia Romagna e sul Molise. Per lunedì 5 marzo, è stata valutata criticità arancione sulle Marche centro settentrionali e criticità gialla Abruzzo, Umbria orientale e sul Molise, sulla Calabria occidentale, sui bacini di Puglia e Basilicata e sui bacini orientali e meridionali dell'Emilia Romagna. Permane inoltre l'allerta gialla per rischio idrogeologico localizzato sul Veneto, bacino dell'Alto Piave, a causa della frana della Busa del Cristo, nel Comune di Perarolo di Cadore (Belluno), sulla quale è in corso un continuo monitoraggio. 
Ultimo aggiornamento: 6 Marzo, 00:44 © RIPRODUZIONE RISERVATA