Il Csm ricorderà Paolo Borsellino il 19 luglio, via il segreto sugli atti delle sue audizioni

Il magistrato Paolo Borsellino insieme a Giovanni Falcone
1 Minuto di Lettura
Giovedì 13 Luglio 2017, 01:36 - Ultimo aggiornamento: 14 Luglio, 09:18

A 25 anni dall'attentato di via D'Amelio in cui persero la vita il giudice Paolo Borsellino e cinque agenti della sua scorta, il Csm ricorderà il magistrato con un plenum il 19 luglio prossimo. All'appuntamento sono stati
invitati colleghi e familiari del magistrato, rappresentanti delle istituzioni e parenti delle altre vittime. Sarà
l'occasione per presentare il libro «Paolo Borsellino, a 25 anni dalla strage di via D'Amelio», in cui sono stati raccolti tutti gli atti del Csm che riguardano il magistrato e che, custoditi per tutto questo tempo nel caveau di Palazzo dei marescialli, sono stati ora desecretati. Si tratta degli atti contenuti nel suo fascicolo personale e relativi, ma anche dei contenuti delle audizioni sostenute davanti alle Commissioni del Csm anche in momenti difficili della sua esperienza professionale.
Un'analoga iniziativa il Csm l'ha fatta in ricordo di Giovanni Falcone, il 22 maggio scorso, alla vigilia del
venticinquesimo anniversario della strage di Capaci. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA