​Dall’allegra grigliata all’ospedale: pugni e legnate in condominio

Dall’allegra grigliata all’ospedale: pugni e legnate in condominio
di Paola Treppo
2 Minuti di Lettura
Sabato 4 Giugno 2016, 14:13 - Ultimo aggiornamento: 5 Giugno, 09:53

GORIZIA - Doveva essere una serata allegra, per una famiglia che vive in un condominio di Gorizia. Erano le 20 di ieri, venerdì 3 giugno, e aveva smesso finalmente di piovere. Così, approfittando della sosta, e per festeggiare, s’è deciso per la grigliata tra parenti: sulla brace carne e funghi. Una delizia per il palato, in attesa di qualche scampagnata e di un pic-nic sull’erba con il sole e il bel tempo. Ma, poco dopo, la serata ha preso una brutta piega. Neanche il tempo di mettersi a tavola che è scoppiato il finimondo. Il vicino di appartamento, infatti, che vive al piano di sopra, non ha gradito il profumo della griglia che, invece di fargli venire l’acquolina in bocca, lo ha innervosito parecchio. Che dire, poi, del fumo che saliva sul suo terrazzino invadendo gli ambienti domestici? Così, pieno di rabbia, l’uomo è sceso di sotto, per protestare. L’inquilino che stava grigliando non l’ha presa bene e tra i due è nata una vivace discussione che poi è degenerata. E i due sono venuti alle mani: quello che non sopportava l’odore dei funghi ha sferrato un pugno in testa al “cuoco” e questi, a sua volta, dopo un momento di stordimento, lo ha “bastonato” con un ramo, probabilmente lo stesso che stava usando per sistemare la carne sulla brace. Alla fine entrambi sono finiti in ospedale, medicati dal personale del pronto soccorso di Gorizia. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA