Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Delitto Garlasco, il perito: «Tracce sotto le unghie di Chara? Impossibile identificare Dna»

Delitto Garlasco, il perito: «Tracce sotto le unghie di Chara? Impossibile identificare Dna»
1 Minuto di Lettura
Lunedì 19 Dicembre 2016, 13:17 - Ultimo aggiornamento: 13:20
«Che ci sia del dna identificabile è fuori da ogni ipotesi razionale»: Francesco De Stefano, il genetista che eseguì la perizia al processo d'appello bis del delitto di Garlasco, smentisce a Radio Capital i risultati di una nuova perizia, effttuata dalla difesa, secondo la quale le tracce di dna rinvenute sotto le unghie della ragazza non sono di Stasi.

«C'è pochissimo dna, - ha aggiunto De Stefano - al processo d'appello bis io dissi: 'guardate che se facciamo quest'esame, poi non si potrà più fare nessun esame ulteriore, ce n'è talmente poco che noi saremmo costretti ad utilizzarlo tuttò. Tutti: giudice, accusa, difesa e parti civili dissero 'certo, lo faccia anche se si distrugge la provà. Quel test non si può ripetere. L'unica cosa che non si può escludere è che ci sia del dna maschile. Ma di chi sia non si può sapere».
© RIPRODUZIONE RISERVATA