Lele Spedicato è in rianimazione: il chitarrista dei Negramaro colpito da emorragia cerebrale

Lunedì 17 Settembre 2018
Lele Spedicato è in rianimazione: il chitarrista dei Negramaro colpito da emorragia cerebrale

Sono ore di apprensione per i Negramaro e per tutti i loro fan dopo che il chitarrista della band, Emanuele "Lele" Spedicato è stato colpito da una emorragia cerebrale mentre era nella sua casa in Salento con la moglie, l'attrice Clio Evans che aspetta un bimbo. 

LEGGI ANCHE ----> Spedicato dei Negramaro in ospedale, Giuliano Sangiorgi vola a Lecce
LEGGI ANCHE ----> #ForzaLele, artisti in ansia sui social network

Lele è ora ricoverato nel reparto di rianimazione dell'ospedale Vito Fazzi di Lecce dove, a quanto si è appreso, è stato intubato e le sue condizioni sono considerate gravi. «Pensate forte forte al nostro Lele! Fortissimo». È la frase che i Negramaro hanno postato sul loro profilo ufficiale di Twitter, quando già i social erano pieni dell'apprensione, delle domande e delle preghiere dei fan che, come altri cantanti e amici della band salentina hanno espresso sulla rete il loro sostegno al musicista. In ospedale «stiamo arrivando un pò tutti - ha detto al telefono il tastierista del gruppo, Andrea Mariano - ma neanche noi sappiamo nulla oltre a quello che già si sa. Bisogna aspettare un pò, non sappiamo come si evolverà questa cosa...». 
 

 

LEGGI ANCHE Il tastierista Andrea Mariano: «Possiamo solo aspettare»

Lele si sarebbe sentito male mentre era in casa, prima un forte mal di testa e poi una caduta, pare, a bordo piscina. È stata la moglie a chiamare il 118 che ha soccorso il musicista portandolo in ospedale. «Viene costantemente monitorato - hanno fatto sapere i medici che l'hanno in cura in un bollettino diffuso nel pomeriggio - Il quadro clinico presentato dal paziente non permette di sciogliere la prognosi che resta riservata». A quanto si è saputo, Spedicato sarà sottoposto appena possibile ad un intervento chirurgico che è stato al momento rinviato perchè le sue condizioni non lo consentivano. Non appena si è diffusa la notizia, sui social network hanno cominciato a susseguirsi i commenti dei fan. 
 


Cuori, mani giunte in preghiera, incoraggiamenti e «forza Lele, siamo con te!. Su Facebook è tutto un alternarsi di incredulità e richieste di informazioni. »Non fare scherzi e torna subito. Ma è possibile? Con un bambino che sta arrivando?«, si chiede Claudia. »Forza Lele, hai tuo figlio da crescere, non mollare«, scrive Eleonora e come lei decine e decine di altri fan. »Non mollare la vita, suona ancora le sue corde«, scrive Silvia. E anche su Twitter è un'onda di solidarietà per Lele e per tutta la band, non solo tra i fan ma anche tra cantanti, come Ermal Meta che scrive, 'Forza Lele, siamo con te», o l'altra pugliese, Alessandra Amoroso che dopo un «forza Lele, ti aspettiamo», conclude con un incoraggiamento salentino «mena, meh».
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

#LaPrimaVolta che ho incontrato Lele

Un post condiviso da negramaroofficial (@negramaroofficial) in data:


 

Ultimo aggiornamento: 18 Settembre, 11:45 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

«Eeeee Macarena!»: la foto che mostra quanto è complicato vivere a Roma

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma