Mestre, dentista appende cartello nello studio: «Mia moglie aggredita da un negro». È polemica

Mestre, dentista appende cartello nello studio: «Mia moglie aggredita da un negro». È polemica
Un dentista appende nello studio un cartello di avviso ai pazienti in cui scrive che la moglie «è stata aggredita da un negro» invitando a riflettere «sulle responsabilità politiche di tutto questo» e si scatenano le polemiche.

LEGGI ANCHE Cassazione: dire ai migranti «andatevene via» è razzismo

Accade a Mestre nell'ambulatorio del dottor Pierantonio Bragaggia, il quale ha firmato di suo pugno un avviso raccontando quanto successo alla moglie.
«Ieri è stata aggredita al Parco Albanese da un negro - riporta il cartello - che dopo averla sbattuta a terra ha cercato di rubarle il cellulare e la bicicletta. È stata salvata da un passante che si è messo a gridare».

Uno dei pazienti è rimasto colpito dall'uso del termine "negro" e la notizia in breve ha fatto il giro del web suscitando molte reazioni. Tra queste quelle del presidente dell'Ordine dei medici e degli odontoiatri della provincia di Venezia Giovanni Leoni: «Come medici per giuramento curiamo e accogliamo le persone indipendentemente dal colore, razza e professione - spiega - .L'attività delinquenziale è da condannare in senso lato, a prescindere dal colore della pelle. Il termine negro può essere inteso come dispregiativo».

Bragaggia non si pente di quanto scritto e annuncia che stamane ha presentato denuncia per ciò che è accaduto. «Nel Devoto Oli negro vuol dire appartenente alla razza negra - sottolinea - perché le cose vanno dette senza giri di parole. Se scrivevo straniero di colore poteva essere indiano, cinese, ma il mio intento - aggiunge - non è colpire chiunque, ce l'ho con lui, con quello che ha aggredito mia moglie».
Venerdì 13 Luglio 2018 - Ultimo aggiornamento: 15-07-2018 21:43

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 17 commenti presenti
2018-07-15 01:43:57
solidarietà al dentista. Non è politically correct e allora? Solo mi chiedo tutti questi che si lamentano per il degrado e crimine enormi portati dall'immigrazione, per chi hanno votato in anni e anni? Partiti buonisti, antirassisti e accoglienti per tutto il terzo mondo? Allora, nel caso, tacete
2018-07-14 16:08:12
Libertà di espressione. O no?
2018-07-14 14:23:59
Detesto le ipocrisie, soprattutto quelle con le magliette rosse. La moglie del dentista è stata aggredita in pieno giorno da un delinquente. Che fosse bianco, giallo, verde, azzurro o nero cambia qualcosa? Avrebbe potuto scrivere "diversamente colorato" così i finti perbenisti non si sarebbero risentiti. Viva l'Italia, paese dell'ipocrisia.
2018-07-14 13:01:08
.E' un dato di fatto avvenuto da parte di un uomo di colore della pelle nera Poteva essere gialla ,bianca o altro E allora dove' il problema forse non si puo' scrivere di che colore e' tale delinquente? Detto cio' il problema e' a monte ,non e' il colore della pelle di tale individuo e' che come si puo capire essere tale un clandestino magari senza fissa dimora dedito al furto e altro e guarda caso tranquillamente stare a Mestre senza che nessuna autorita' sia intervenuto per espellerlo Evidente ,il dentista voleva far presente detto fenomeno di questi delinquenti irregolari
2018-07-14 11:38:49
Se è vero ha esposto un dato di fatto, può anche non piacere ma è lo Stato che dovrebbe tutelare meglio la sicurezza dei cittadini ma questo con l'attuale politica migratoria fuori controllo è impossibile.
17
  • 703
QUICKMAP