Blitz anticamorra tra Lazio e Campania: decine di arresti fra cui il nipote di Sandokan

Blitz anticamorra tra Lazio e Campania: decine di arresti fra cui il nipote di Sandokan
2 Minuti di Lettura
Giovedì 30 Luglio 2015, 08:21 - Ultimo aggiornamento: 4 Agosto, 11:58

Un'operazione anticamorra è in corso da parte della Guardia di Finanza di Frosinone, sotto il coordinamento della Procura di Napoli. Sono in corso arresti, perquisizioni e sequestri tra il Lazio e la Campania. A quanto si apprende, il valore dei beni sequestrati ammonterebbe a una decina di milioni di euro.

I provvedimenti in corso di esecuzione da parte della Guardia di Finanza riguardano appartenenti al clan camorristico dei Casalesi. L'operazione è coordinata dalla Direzione Distrettuale Antimafia della Procura della Repubblica di Napoli.

Sono stati eseguiti gli arresti di quattro esponenti, di cui due avvenuti in provincia di Frosinone, di un clan affiliato ai Casalesi. A coordinare l'operazione, scattata all'alba, è stata la Dda di Napoli. I finanzieri del comando provinciale di Frosinone stanno ora procedendo all'ingente sequestro di beni riconducibili alle quattro persone arrestate. I sequestri si stanno portando a termine tra Cassino e la provincia di Caserta.

Dei quattro arrestati, due sono stati fermati proprio nel Cassinate. Gennaro De Angelis è stato arrestato a casa del nipote a Castrocielo e Luigi Zonfrilli a Cassino. Baldassarre Licari e Nicola Schiavone, nipote di Sandokan, sono stati arrestati, invece, a Tentola Ducenta e a L'Aquila. Il gruppo è ritenuto essere dagli investigatori diretti dal tenente colonnello Massimiliano Fortino, il nocciolo imprenditoriale del Clan dei casalesi in provincia di Frosinone ed in particolare a Cassino. I loro interessi si concentravano sulle rivendite di auto, ma nell'ultimo periodo erano stati differenziati agli autolavaggi, ai distributori ma anche a strutture ricettive.

© RIPRODUZIONE RISERVATA