Cremona, uomo ucciso in strada davanti all'amante: fermato l'ex di lei

Un uomo è stato fermato per l'omicidio in strada oggi a Pandino, nel cremonese, di un peruviano di 43 anni. Si tratta di un italiano di 48 anni, ex compagno della fidanzata della vittima, che è stato bloccato dai Carabinieri a Settala, nel Milanese. L'uomo ucciso è un quarantatreenne raggiunto da alcuni colpi di arma da fuoco. Sul posto sono arrivati carabinieri e il personale del 118 che non ha potuto che constatare il decesso.

La vittima, si ipotizza di nazionalità peruviana, è stata uccisa con tre colpi di pistola poco dopo le 15,30 davanti a un ristorante cinese. Si è trattato di una vera e propria esecuzione: il terzo colpo, a differenza dei primi due, è stato esploso a distanza ravvicinata per finire l'uomo che era rimasto ferito. Sono ancora ignote le cause del delitto. Sul selciato sono stati trovati i tre bossoli. L'uomo sarebbe stato in compagnia della fidanzata, rimasta illesa. Gli inquirenti sarebbero sulle tracce dell'assassino, pare noto alle forze dell'ordine.
Venerdì 13 Luglio 2018 - Ultimo aggiornamento: 15-07-2018 23:07

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
3 di 3 commenti presenti
2018-07-13 17:58:43
chissà se lo sparatore aveva regolare porto d'armi o se invece aveva arma senza avere permesso di detenerla? curiosità........
2018-07-13 18:53:59
eh perché questo dettaglio riferito a un omicida è proprio determinante.....
2018-07-13 22:15:12
se non hai capito ti spiego: ciò dimostra che chi vuole sparare lo fa anche se non ha porto d'armi e è in possesso di arma non legale, ininfluente stretta su porti d'arma, da tutto ciò è dimostrato
QUICKMAP