Carrara, operaio 37enne muore schiacciato da blocco di marmo: aveva contratto di sei giorni

Giovedì 12 Luglio 2018
4
Carrara, operaio 37enne muore schiacciato da blocco di marmo: aveva contratto di sei giorni
Un operaio di 37 anni, Luca Savio, è morto in un deposito di marmi a Marina di Carrara (Massa Carrara), schiacciato da un blocco di marmo che era già stato scaricato e posizionato. Lascia la moglie e un figlio in tenera età.

LEGGI ANCHE Di Maio apre sui voucher: «Sì in agricoltura e turismo, no ad abusi»

Carabinieri e tecnici dell'Asl stanno conducendo le indagini per ricostruire la dinamica della tragedia. L'area dove si è verificato l'incidente mortale è stata sequestrata. Sembra che l'uomo si trovasse vicino a un blocco già posizionato sul terreno. Per cause da chiarire l'informe di marmo si è mosso e ha colpito l'operaio al torace. Inutili sono stati i soccorsi. Per quasi mezz'ora i soccorritori hanno cercato di rianimarlo ma inutilmente. Molte cave, in segno di lutto, hanno subito sospeso il lavoro.

Savio aveva un contratto firmato il 6 luglio, ma aveva iniziato a lavorare il 9 luglio, e «della durata di soli 6 giorni. Un giovane lavoratore ha perso la vita per un contratto di lavoro di soli 6 giorni». È quanto sostiene la segreteria della Cgil di Massa Carrara, ricordando che solo due mesi fa c'era stato nella zona un altro infortunio mortale. 
Ultimo aggiornamento: 21:36 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

I muri dei bagni come social network: all'università si scrive di politica

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma