Bologna, acqua, zucchero e coloranti spacciati per alcolici: maxi sequestro della Finanza

Bologna, acqua, zucchero e coloranti spacciati per alcolici: maxi sequestro della Finanza
1 Minuto di Lettura
Lunedì 25 Giugno 2018, 22:34

Rum, whisky o alcol etilico, da vendere a supermercati e locali. In realtà, si trattava di un miscuglio di acqua, zucchero e coloranti. Quella scoperta dalla Guardia di finanza di Bologna è frode da 300mila euro. Le Fiamme gialle hanno sequestrato più di 44mila litri di miscela zuccherina in un deposito nel Bolognese. Il carico, 46 cubi di plastica da mille litri ciascuno, proveniva da una società del Bresciano ed era destinato alla Campania.

Gli inquirenti hanno scoperto che la miscela era in gran parte analcolica. Solo in alcuni contenitori c'era una modesta percentuale di alcol (tra il 9 e il 12%). Secondo le Finanza, lo scopo della frode era di natura fiscale: il prodotto non sarebbe stato messo in vendita come dichiarato nei documenti di accompagnamento, ma sarebbe servito a sottrarre il pagamento dell'accisa sull'intera partita (circa 300mila euro) attraverso la circolazione "in nero" di analoghi quantitativi di prodotto genuino.

Le bevande fasulle, infatti, viaggiavano con documenti regolari, mentre i veri alcolici viaggiavano "in nero". L'intervento dei militari del Nucleo di Polizia economico finanziaria ha interrotto il tentativo di frode portando alla denuncia di tre persone: il rappresentante legale della società lombarda venditrice, quello della società campana che aveva comprato il prodotto e anche il bolognese che ha in gestione il deposito.

© RIPRODUZIONE RISERVATA