Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Bitonto, perquisizioni e interrogatori per gli agguati del 30 dicembre

Bitonto, perquisizioni e interrogatori per gli agguati del 30 dicembre
2 Minuti di Lettura
Giovedì 4 Gennaio 2018, 22:45 - Ultimo aggiornamento: 5 Gennaio, 15:36

Giornata di interrogatori nell'indagine sugli agguati a Bitonto del 30 dicembre scorso, in uno dei quali, quello nel centro storico, è stata uccisa per errore Anna Rosa Tarantino, di 84 anni.

L'attività di carabinieri e polizia, coordinati dalla Dda di Bari, prosegue incessante con perquisizioni a tappeto e audizioni di persone informate sui fatti in commissariato a Bitonto e in Procura a Bari. Negli uffici giudiziari di via Nazariantz è stato sentito oggi per circa sei ore, alla presenza dei due pm che coordinano le indagini, Ettore Cardinali e Marco D'Agostino, un giovane che non sarebbe coinvolto negli agguati ma potrebbe aver fornito

elementi utili a ricostruire quanto accaduto quella mattina.

Sull'esito degli accertamenti delle ultime ore gli inquirenti mantengono il massimo riserbo. L'ipotesi investigativa è che si sia innescato un "botta e risposta" tra gruppi criminali rivali che ha portato a quattro successivi agguati, uno dei quali è costato la vita a una passante innocente mentre è rimasto ferito il 20enne Giuseppe Casadibari, ritenuto il vero bersaglio dei sicari.

© RIPRODUZIONE RISERVATA