Brindisi, con un biglietto del treno vuole prendere l'aereo: picchia due vigilanti, un poliziotto e un finanziere

Giovedì 26 Luglio 2018
1
Con un biglietto del treno voleva prendere l'aereo: picchia due vigilanti, un poliziotto e un finanziere
Con un semplice biglietto del treno pretendeva di imbarcarsi sull’aereo ma quando il personale dell’aeroporto ha cercato di fermarlo è scoppiato il putiferio. Finiscono in ospedale due guardie giurate, un finanziere e un agente di frontiera. È accaduto ieri mattina all’interno dell’aeroporto del Salento di Brindisi, davanti alla postazione d’imbarco. Un uomo di 26 anni, originario del Burkina Faso, si è presentato al check pronto per l’imbarco su uno dei velivoli in partenza, peccato che tra le mani avesse un biglietto ferroviario. Quando gli operatori gli hanno fatto notare che il titolo di viaggio non era quello previsto per imbarcarsi l’uomo ha cominciato a innervosirsi. Le guardie giurate così lo hanno invitato ad allontanarsi e ad uscire dall’aeroporto.

In un primo momento il 26enne ha girato “i tacchi” e se ne è andato ma poco dopo ha tentato nuovamente di raggiungere il primo piano dello scalo brindisino da dove si ha accesso alle partenze. Immediatamente le forze dell’ordine presenti in aeroporto hanno cercato di fermarlo. Erano, ancora, nel vano scala, quando è scoppiato il putiferio. L’uomo si è scagliato contro gli agenti. Come una furia, con calci e pugni, ha tentato di divincolarsi per guadagnare la fuga. In pochi minuti è scoppiato il panico in aeroporto. I viaggiatori presenti si sono spaventati, il 26enne ha dato in escandescenza urlando e scagliandosi contro gli agenti. C’è voluto non poco per bloccare l’uomo che è stato ammanettato e portato in questura. Ultimo aggiornamento: 28 Luglio, 18:46 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

L’asse Ficcardi–Cacciatore, la coppia che punta l’indice

di Simone Canettieri

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma