Bambina si tuffa dalla barca e resta paralizzata: il fondale era troppo basso

Giovedì 23 Agosto 2018
Bambina si tuffa dalla barca e resta paralizzata: il fondale era troppo basso
Tragedia sull'isola di San Pietro, all'estremità sud-ovest della Sardegna. Una bambina è rimasta paralizzata dopo essersi tuffata in mare da una barca. La dodicenne ha valutato male la distanza con il fondale che in quel punto era basso e ha battuto la testa. L'incidente è avvenuto il 30 luglio luglio. Ieri la ragazzina è stata trasferita dal Brotzu di Carloforte - reparto di Pediatria - in elisoccorso regionale all'ospedale Niguarda di Milano, Unità spinale.

LEGGI ANCHE ----> Bagnino picchiato in spiaggia a Rimini

Da quanto si è appreso, la ragazza si trovava a bordo di una barca con il padre, il natante era ancorato vicino alla costa dove il fondale era molto basso. La bambina si è tuffata in acqua e ha battuto la testa, rimanendo paralizzata. È stato lo stesso familiare a soccorrerla e chiamare il 118. Sul posto è arrivata l'ambulanza, ma viste le gravi condizioni in cui versava la minore è stato richiesto l'immediato intervento dell'elisoccorso. La Capitaneria di porto di Carloforte ha facilitato l'intervento dei soccorsi, consentendo l'ingresso in sicurezza dell'ambulanza in porto a Carloforte e il successivo atterraggio dell'elicottero che l'ha poi trasportata a Cagliari.
Ultimo aggiornamento: 24 Agosto, 17:05 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma deserta, i controlli e la storia di Marta abbandonata in strada dai vigili (come in una favola)

di Pietro Piovani