Padova, badante sevizia e ricatta madre e figlio disabili: incastrata dai video

Martedì 29 Agosto 2017 di Marina Lucchin
12
Un frame del video
PADOVA - Prima arriva uno schiaffone, talmente forte che si sente persino in strada. Poi le tira i capelli così violentemente che le fa ciondolare la testa. Quindi parte l'altra sberla, ancor più forte. E avanti ancora. A subire è una disabile di 86 anni. L'aguzzina è la badante 46enne moldava che da ormai 10 anni era in servizio in quella casa, dove accudiva anche il figlio dell’anziana, paraplegico con problemi psichiatrici.  Pure lui è stato maltrattato dalla badante, accusata di avergli addirittura tagliato un lembo di orecchio. Una violenza con cui poi ha continuato a ricattarlo assicurandogli che l’avrebbe fatto ancora se lui avesse parlato: «Quella donna picchiava mamma e me. Avevo tanta paura. Mi hanno detto però che non tornerà più».

A scoprire l’orrore che avveniva in quella casa e poi a sporgere denuncia ai carabinieri di Prato della Valle è il figlio maggiore dell’anziana, che vive all’estero. È sconvolto, incredulo e arrabbiato. Domenica sera ha ricevuto il video choccante delle terribili sevizie. L’anziana, cardiopatica, affetta da demenza  è finita in ospedale per trauma cranico.  Qualche sospetto l’uomo aveva iniziato ad averlo quando il fratello aveva iniziato a ripetere «Vittoria (la badante, ndr) è cattiva». Poi il filmato ha spalancato l’orrore.

Il gip ora  ha disposto il divieto di avvicinamento alla casa della vittima e l’indagine prosegue per chiarire le violenze subìte dall’altro figlio disabile. La speranza della famiglia è che la donna finisca dietro le sbarre: «Ha commesso atrocità terribili. Deve pagare per quel che ha fatto. Temiamo possa andare a lavorare altrove e usare violenza su altre persone. Andava arrestata. È una sadica».
  Ultimo aggiornamento: 30 Agosto, 12:15 © RIPRODUZIONE RISERVATA