Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Aviere Usa scomparso ad Aviano: trovato corpo seminudo nel fiume

Aviere Usa scomparso ad Aviano: trovato corpo seminudo nel fiume
2 Minuti di Lettura
Martedì 12 Luglio 2016, 11:56 - Ultimo aggiornamento: 13 Luglio, 19:44

Il fiume Livenza ha restituito oggi il corpo di Halex Hale, aviere americano di 24 anni, impiegato alla Base Usaf di Aviano (Pordenone) e di cui si erano perse le tracce dal 2 luglio scorso. Ma ora si indaga sulle cause della morte del militare, appena ritornato dall'Afghanistan: non si esclude l'incidente, ma sarà l'autopsia a chiarire quello che è successo. Intanto, dopo giorni di ricerche, il ritrovamento: sono state le 9.30 circa di stamani quando una donna, che passeggiava nel centro cittadino di Sacile (Pordenone), ha notato un corpo affiorare nell'ansa che il fiume percorre dietro il Municipio.

Immediatamente la donna ha chiamato i Carabinieri, che sono giunti sul posto con il Reparto operativo provinciale, comandato dal maggiore Salvino Macli, assieme ai Vigili del fuoco. Il corpo, seminudo, è stato ripescato e portato all'ospedale, dove è stato riconosciuto dal padre del militare, Lance, e da un collega della base. Domani mattina verrà effettuata l'autopsia, su disposizione dell'autorità giudiziaria. Una tragedia che si è consumata nel giro di pochi chilometri dal punto in cui Hale aveva fatto perdere le proprie tracce, dieci giorni fa. Terminato il servizio, il giovane militare era andato a Sacile per cenare con amici. Dopo la cena avrebbe dovuto raggiungere un altro amico, ma è sparito senza lasciare traccia.

L'allarme sulle sue sorti era stato lanciato anche dall'Air Force americana, mentre il padre di Halex è arrivato quattro giorni fa ad Aviano dagli Stati Uniti per seguire da vicino la vicenda e prendere parte alle ricerche. Le squadre di soccorso hanno perlustrato il territorio con unità cinofile, mentre i sommozzatori dei Vigili del fuoco arrivati da Trieste hanno continuato a scandagliare le acque del fiume Livenza e dei canali adiacenti. Due giorni fa il ritrovamento di un altro cadavere, sulla costa veneta vicino a Bibione, aveva attivato gli investigatori, ma il corpo risultava in avanzato stato di decomposizione, in acqua da almeno un mese. Oggi invece il tragico epilogo, dovuto probabilmente a cause accidentali, che sarà compito dell'esame necroscopico accertare. Hale, originario della cittadina di Middletown (Indiana), era entrato nell'Air Force a 18 anni ed era in servizio nella base friulana dal 2015, nel reparto trasmissioni, dove era arrivato dopo una missione in Afghanistan.

© RIPRODUZIONE RISERVATA