Udine, precipita dall'impalcatura: muratore si schianta da 12 metri e muore

Mercoledì 25 Ottobre 2017 di Paola Treppo
2
 Infortunio mortale sul lavoro in un cantiere edile di Artegna dove un operaio, Mihomir Mitic 56 anni, di origini serbe ma da tempo residente a Gemona del Friuli, è morto dopo essere precipitato da un'altezza di circa 12 metri, da una impalcatura, per cause in corso di accertamento.

Il dramma si è consumato poco prima delle 15 di oggi, mercoledì 25 ottobre, in un cantiere al civico 127 di via Villa. Subito aiutato dai suoi colleghi di lavoro, l'operaio, un muratore, è stato soccorso dal personale medico che è giunto sul luogo dell'infortunio con una ambulanza e con l'elicottero del 118 decollato dalla Centrale operativa di Udine.

Per l'uomo, però, non c'era più nulla da fare se non constatare il decesso per le gravissime ferite riportate nella caduta. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco e i carabinieri delle stazione di Buja e di Gemona del Friuli. Sono in corso le operazioni di rimozione della salma ottenuto il nulla osta da parte del magistrato di turno della Procura della Repubblica di Udine. Sul luogo della tragedia anche gli ispettori dell'azienda sanitaria.   Ultimo aggiornamento: 26 Ottobre, 10:01 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Tremolina malata e contesa: scatta la gara di solidarietà

di Marco Pasqua

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma