Arezzo, bambina violentata da ragazzi di 15 anni in una comunità educativa

Venerdì 23 Marzo 2018
13
La polizia municipale di Arezzo ha proceduto a perquisire una comunità educativa di Vitiano (Arezzo) nell'ambito di un procedimento penale a carico di minorenni, al fine di poter acquisire ulteriori elementi di prova su presunti abusi ai danni di una minore collocata nella stessa comunità. Le investigazioni sono coordinate dal procuratore della Repubblica presso il Tribunale per i minorenni di Firenze Antonio Sangermano ed eseguite dalla polizia municipale di Arezzo. Le indagini proseguono. Il Comune di Arezzo - precisa una nota - collaborerà sempre nel primario interesse dei minori promuovendo tutte le azioni possibili al fine di prevenire ed evitare simili accadimenti. 

Gli autori dei presunti abusi sulla bambina sono ragazzi di età compresa tra i 15 e i 16 anni. La perquisizione effettuata mercoledì scorso, è andata avanti per l'intera giornata e avrebbe permesso agli inquirenti di acquisire elementi utili a chiarire quanto accaduto nella comunità educativa. Tutto sarebbe partito da una segnalazione arrivata alla centrale della locale polizia municipale che hanno informato subito i colleghi di Arezzo e da qui tutto è stato trasmesso alla procura dei minori di Firenze. Le indagini, portate avanti con estrema cautela, proseguono per delineare i contorni della vicenda e le eventuali responsabilità.

L'assessore alle politiche sociali Lucia Tanti commenta così quanto sarebbe accaduto: «Riteniamo che alla luce di questi fatti si rafforzi l'esigenza di un sistema di telecamere. Confido che il Parlamento, appena insediato, abbia più coraggio. Noi faremo comunque la nostra parte».

LEGGI ANCHE: Palermo, tentano di violentare una ragazzina di 13 anni: sei minorenni indagati
Ultimo aggiornamento: 25 Marzo, 12:32 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

“Casa mia è piena di gente”. E menomale che si chiama isolamento

di Veronica Cursi