Antonio Pascuzzo, fermato 18 enne salernitano: ha ammesso di averlo ucciso per motivi di droga

Sette coltellate e un diverbio su un questione di marijuana. Il diciottenne di Buonabitacolo (salerno) ha ammesso di avere ucciso Antonio Alexander Pascuzzo, compaesano, 19 anni, il cui cadavere è stato scoperto sabato pomeriggio in una zona non lontana dal centro abitato del piccolo paese del Vallo di Diano.

La Procura della Repubblica presso il Tribunale di Lagonegro (Potenza) ha emesso un decreto di fermo di indiziato di delitto nei confronti del 18enne per l'omicidio del ragazzo scomparso il 6 aprile scorso, dopo essersi allontanato dalla propria abitazione. Il giovane indiziato, incensurato ed apprendista macellaio (del quale gli inquirenti non hanno al momento fornito il nome) nel corso di un lungo interrogatorio notturno presso la caserma dei carabinieri di Sala Consilina, ha ammesso di aver ucciso Pascuzzo la sera stessa della sua scomparsa utilizzando un coltello per impossessarsi di un modesto quantitativo di marijuana, detenuta dalla sua vittima. Pascuzzo è stato ucciso con sette coltellate al petto e alla schiena. Il giovane fermato è stato condotto nel carcere di Potenza.


LE ULTIMI IMMAGINI

 


Domani mattina è stata fissata l'autopsia presso l'ospedale di Polla (Salerno).

LEGGI ANCHE:
Antonio, 18 anni, ucciso con sei coltellate al petto. Era scomparso il 6 aprile nel Salernitano
Domenica 15 Aprile 2018 - Ultimo aggiornamento: 16-04-2018 15:50

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 8 commenti presenti
2018-04-16 10:36:27
Ragazzi a cui i genitori, la scuola e la società non hanno insegnato i valori fondamentali. E quindi li prendono dalla legge della Jungla! Prendo quello che voglio a costo di uccidere, l'importante è soddisfare le mie esigenze! Timori poi per le conseguenze del fatto, figuriamoci se ne hanno! Tra processo eterno, avvocati compassionevoli, assistenti sociali e psichiatri.....tutti pronti ad affidarlo ad un centro per il recupero....Qua non c'è nulla da recuperare: chi delinque DEVE scontare la pena in carcere dal primo all'ultimo giorno, ed allora la maggior parte di questi coattelli di borgata abbasserà la cresta!
2018-04-16 09:45:33
ergastolo : punto.
2018-04-16 00:52:34
Ma no.... la marijuana è droga leggera, non è mica pericolosa, non crea dipendenza, non fa mica diventare pazza la gente, no.... rilassa e basta.
2018-04-15 19:37:50
Che tristezza... questo ragazzino che a 18 anni è già un efferrato assassino... 7 coltellate per un po' di fumo... fa rabbia ma non ci credo che abbia ucciso per un po' di fumo... probabilmente per una questione di spaccio, visto che la vittima aveva precedenti per quello... una rivalità che andava risolta... e questo cretinetto spietato purtroppo lo ha eseguito... ora dice che è stata una piccola rapina per un modesto quantitativo di marijuana... in realtà copre il suo giro di spaccio ed eventuali amici mandanti...
2018-04-15 18:21:01
Addirittura uccidere un coetaneo per un po' di erba signiifica veramente che ormai il valore di una vita umana √® diventata zero per un numero sempre maggiore di amorali. Comportamenti peggiori delle bestie pi√Ļ crudeli che lo fanno quando e solo per difesa o fame.
8
  • 16
QUICKMAP