Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Allucinogeno per curare un piede e si butta dal terrazzo: paralizzato

Allucinogeno per curare un piede e si butta dal terrazzo: paralizzato
di Susanna Salvador
2 Minuti di Lettura
Lunedì 27 Marzo 2017, 09:22 - Ultimo aggiornamento: 28 Marzo, 07:42
PORDENONE - Buttati che volerai. Vedrai, puoi volare. Lui ci ha provato e a 29 anni si ritrova in un letto d'ospedale, paralizzato dall'ombelico in giù.

A spingerlo a gettarsi nel vuoto è stata una voce, frutto delle allucinazioni che il giovane viveva dopo aver preso sostanze che alterano le percezioni, le sensazioni, i pensieri. Così ha aperto la porta del terrazzino, è salito in piedi sulla ringhiera e si è buttato. Un volo di sette metri, attutito da un cespuglio e dall'erba in un giardinetto della periferia cittadina. Una storia che fa venire i brividi, accaduta qualche mese fa in città, ma tenuta sotto chiave dai familiari del ventinovenne che da mesi, alternandosi, trascorrono le giornate accanto al suo letto, nella struttura dove è ricoverato.

È vivo, ma non potrà più camminare e dovrà sottoporsi a lunghe e faticose sedute di fisioterapia per diventare il più autonomo possibile. Una vita distrutta da un allucinogeno, droga i cui effetti sono spesso sottovalutati e la cui ripetuta assunzione può scatenare sindromi psicotiche. Ma quello che ha portato il giovane a far uso di queste sostanze è ancor più incredibile.

Lamentava un dolore a un piede e, dopo aver cercato nell'infinito mondo del web ha trovato una sorta di scuola che prometteva la guarigione attraverso l'uso di sostanze al di fuori della medicina tradizionale...
© RIPRODUZIONE RISERVATA