Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Adria, va a bere al bar e lascia il figlio disabile solo a casa di notte: rinviata a giudizio

Adria, va a bere al bar e lascia il figlio disabile solo a casa di notte: rinviata a giudizio
di Lorenzo Zoli
1 Minuto di Lettura
Giovedì 9 Ottobre 2014, 11:32 - Ultimo aggiornamento: 19:58
ADRIA - Aveva lasciato il figlio disabile, di pochi anni di età, solo in casa per andare al bar poco lontano dall’abitazione.



A suo dire per prendere qualcosa da mangiare, ma stando all’accusa quell’uscita in piena notte dalle mura domestiche era stata dettata solo dal desiderio di bere.

A far scoprire la vicenda, quella notte del maggio di due anni fa, sono stati i vicini, che hanno chiamato i carabinieri dopo aver sentito il bambino disabile piangere a lungo. La madre, 32 anni, originaria della Romania, è stata rinviata a giudizio per abbandono di minore. Processo il 19 ottobre.