Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Acireale, donna incinta muore in ospedale durante cesareo d'urgenza. I sanitari: «Fatto tutto il possibile»

Acireale, donna incinta muore in ospedale durante cesareo d'urgenza. I sanitari: «Fatto tutto il possibile»
2 Minuti di Lettura
Lunedì 20 Aprile 2015, 17:19 - Ultimo aggiornamento: 22 Aprile, 08:48

Una donna di trent'anni in avanzato stato di gravidanza è morta questa mattina nell'Ospedale di Acireale. Era arrivata al pronto soccorso ed è stata immediatamente inviata presso l'Unità Operativa di Ginecologia e Ostetricia per i dovuti accertamenti.

«Dopo la visita del medico e l'esecuzione - afferma una nota dell'Asp - degli esami necessari, i sanitari hanno riscontrato l'assenza del battito cardiaco fetale e un grave quadro clinico della paziente che è stata, quindi, prontamente sottoposta ad intervento di taglio cesareo in urgenza».

«Durante l'intervento il quadro clinico si è ancora di più aggravato. - prosegue la nota - È stato allertato anche il direttore dell'Unità Operativa che ha coordinato un delicato intervento in urgenza. I familiari sono stati informati della gravità del caso». Poi dopo tre ore e mezza dall'accesso al Pronto Soccorso si è verificato l'arresto cardiaco, con la paziente in sala operatoria. «Sono stata tempestivamente informata di quanto accaduto - dice Ida Grossi, direttore generale dell'Asp Catania -. È un fatto che ci addolora profondamente. È stato fatto tutto il possibile per salvare la vita della signora. Abbiamo, inoltre, avviato tutte le procedure di prassi ed ho personalmente informato l'assessore regionale alla Salute, Lucia Borsellino che, sulla triste vicenda, ha chiesto di essere puntualmente aggiornata e ha già disposto un accertamento ispettivo presso il nosocomio».

© RIPRODUZIONE RISERVATA