Dal selfie degli Oscar all'incubo Ebola: tutti gli eventi e le immagini del 2014

Dal selfie degli Oscar all'incubo Ebola: tutti gli eventi e le immagini del 2014
3 Minuti di Lettura
Martedì 30 Dicembre 2014, 17:03 - Ultimo aggiornamento: 1 Gennaio, 12:53

Dal giuramento di Matteo Renzi al disastro della Normal Atlantic, dal selfie degli Oscar all'incontro tra Obama e Papa Bergoglio, dall'incubo Ebola a Samantha Cristoforetti, prima italiana nello spazio. Il 2014 è agli sgoccioli ma lascia dietro di sè un tripudio di eventi, emozioni, immagini.

Il 22 febbraio Renzi, il più giovane presidente del Consiglio nella storia d'Italia presta giuramento e presenta il suo governo: per la prima volta la metà dei ministri sono donne e l'Italia si divide sul tailleur blu elettrico di Maria Elena Boschi. L'8 marzo l'attenzione si sposta nei cieli con la scomparsa del volo della Malaysia Airlines con a bordo 239 persone, dopo 16 giorni di ricerche ininterrotte la drammatica conclusione: l'aereo si è inabissato nell'Oceano indiano. Il 15 aprile i giudici decidono per Silvio Berlusconi, nel quadro della condanna per il processo Mediaset, l'assegnazione ai servizi sociali presso il centro anziani di Cesano Boscone, che inizierà il nove maggio tra la curiosità di ospiti e giornalisti. Sconvolgimenti politici anche in Spagna, dove il 2 giugno Juan Carlos abdica in favore del figlio Felipe: era re ininterrottamente da 39 anni. Il 2014 è senza dubbio l'anno di Papa Francesco: il più amato e il ipù fotografato, arriva addirittura sulla copertina di Time Magazine. Le immagini insieme al suo predecessore Joseph Ratzinger il giorno della canonizzazione di Giovanni Paolo II e Giovanni XXIII fanno il giro del mondo.

Il 2014 è anche l'anno della paura dell'Isis, che il 29 giugno proclama il Califfato islamico in Iraq, instaurando un regime di terrore e facendo proseliti anche trai giovani europei. Il 19 agosto il fotoreporter statunitense James Wright Foley viene decapitato in un video divulgato sul web che fa rabbrividire il mondo.

Agosto è il mese delle prime avvisaglie dell'incubo Ebola: l'8 agosto l'Organizzazione Mondiale della Sanità dichiara l'«emergenza mondiale». A fine settembre il primo caso negli Usa: Thomas Eric Duncan ha contratto il virus in Liberia. Morirà ad inizio ottobre. A novembre il «paziente zero» italiano, il dottor Fabrizio di Emergency, ricoverato allo Spallanzani.

Ma l'estate del 2014 è stata anche all'insegna dello sport: i Mondiali di calcio vedono la Germania trionfare al Maracanà e portare la Coppa (e il fermento) fin sotto la porta di Brandeburgo a Berlino.

Un 2014 anche «leggero» e divertente: la parola dell'anno è "selfie" secondo l'Oxford Dictionary, e infatti fa il giro del web il selfie scattato la notte degli Oscar da Bradley Cooper con protagonisti gli attori più amati dal pubblico, da Brad Pitt a Ellen Degeneres passando per Jennifer Lawrence. Sempre in tema di Oscar, "La Grande Bellezza" di Paolo Sorrentino trionfa il 3 marzo e un euforico protagonista Toni Servillo solleva la statuetta. E, come in ogni annata che si rispetti, non poteva mancare un matrimonio da favola: quello di George Clooney e Amal Alamuddin a Venezia, un tripudio di glamour e abiti firmati.

Un anno di successi il 2014, tecnologici e non: l'anno delle file per il nuovo Iphone 6 e della Google Car, che si guida da sola. L'anno di Samantha Cristoforetti, che a Natale ha fatto gli auguri a tutti dalla stazione spaziale internazionale.

Un anno che finisce lasciando anche un grande vuoto: quello che lasciano, quando se ne vanno, gli artisti più amati. Robin Williams, trovato senza vita nella sua casa di Tiburon in California, Giorgio Faletti, portato via prima del tempo da una brutta malattia, e la divina Virna Lisi, spentasi proprio questo dicembre.