Siria, una lettera con 10 km di firme per sostenere Assad

Sabato 21 Novembre 2015
1

Anche i sostenitori di Bashar al Assad, il dittatore siriano, hanno imparato l’importanza dei media. E per sostenerlo si sono inventati una lettera da Guinness dei primati. Una «lettera» lunga ben «dieci chilometri» per mettere nero su bianco la propria «fedeltà alla patria» e ad Assad. È questa infatti l'ultima iniziativa in Siria di cui dà notizia l'agenzia di stampa ufficiale Sana.

L'obiettivo, si legge, è mettere insieme «la petizione popolare più lunga da presentare agli organismi giuridici a valenza internazionale per chiedere la revoca delle ingiuste sanzioni economiche imposte alla Siria». Non solo, l'obiettivo è anche chiedere «la fine delle interferenze nelle questioni interne della Siria e chiamare a rispondere le parti e le fazioni coinvolte nel bagno di sangue in Siria». Stando a quanto si legge, l'iniziativa del “National Unity Gathering” ha toccato varie zone del Paese insanguinato da un conflitto che si trascina da oltre quattro anni e che - scoppiato dopo l'inizio di inedite proteste antigovernative - ha fatto almeno 250mila morti. Secondo la Sana, la lettera - piena di firme per ben «cinque km di carta» con la bandiera della Siria stampata tra un “autografo” e l'altro - è passata di mano in mano in varie zone di Damasco (università comprese) e della provincia, di Lattakia, Daraa e Sweida e continuerà a girare fino al raggiungimento del «decimo chilometro».

Ultimo aggiornamento: 17 Novembre, 18:56