Zona arancione fino al 30 dicembre: dagli spostamenti all'autocertificazione, cosa c'è da sapere

Zona arancione fino al 30 dicembre: dagli spostamenti all'autocertificazione, cosa c'è da sapere
di Marco Conti
2 Minuti di Lettura
Martedì 29 Dicembre 2020, 09:31 - Ultimo aggiornamento: 15:11

Siamo ancora in zona arancione e fino alla mezzanotte del 30 c’è la possibilità di fare qualcosina in più. Riaprono i negozi, e quindi si potranno effettuare acquisti non solo alimentari, e sarà possibile spostarsi senza autocertificazione.  Restano invece chiusi bar e ristoranti che potranno effettuare solo vendita per asporto o consegne a domicilio. 

È possibile muoversi per andare a trovare parenti ed amici, senza le restrizioni in vigore sino al 27 dicembre ma restando nella propria regione dalla quale si può uscire solo per motivi di salute, urgenza, per far rientro alla propria residenza o domicilio o per ricongiungimento di coppie conviventi. 

Capodanno 2020, pigiama party e feste private: così si aggira il coprifuoco (e il Dpcm)

Resta però il coprifuoco dalle 22 alle 5 ma prima che scatti si potrà raggiungere la seconda casa sempre che sia nella stessa regione. 

Spostamenti

Possibili anche gli spostamenti dai piccoli comuni sotto i 5 mila abitanti anche se resta il divieto di raggiungere il capoluogo di provincia e di restare nel raggio di trenta chilometri.

Coloro che per ragioni di emergenza o lavoro sono costretti a spostarsi tra le 22 e le 5, dovranno ricorrere all’autocertificazione. 

Consentita l’attività sportiva individuale. 

Resta l’obbligo di quarantena per chi rientra dall’estero e chi arriva da Gran Bretagna e Irlanda del Nord ha anche l’obbligo di chiamare la propria ASL e sottoporsi a tampone

Resteremo in zona arancione sino a domani 30 dicembre. Poi, dal 31, scatterà di nuovo la zona rossa.

 

 

 

 

Video

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA