Senato, voto ai 18enni: ok al ddl, presto in Aula

Mercoledì 15 Gennaio 2020
1
Via libera all'emendamento per estendere ai 18enni il voto per il Senato. La proposta di modifica alla riforma costituzionale è stata approvata dalla commissione Affari Costituzionali del Senato. Il testo, a prima firma di Dario Parrini (Pd), prevede inoltre che anche i 25enni potranno essere eletti senatori.

LEGGI ANCHE Legge elettorale, domani parte in Commissione l’iter della riforma

«Si tratta di una riforma epocale - spiega Parrini - Si supera la paradossale e ormai anacronistica esistenza di un ramo del Parlamento dotato degli stessi poteri dell'altro ma non eletto a suffragio universale. Il provvedimento andrà al più presto in aula».

In pratica l'emendamento equipara i requisiti per eleggere ed essere eletti senatori a quelli previsti per la Camera dei deputati, ovvero 18 anni per votare e 25 per essere eletti. Oggi, in base alla Costituzione, per votare per il Senato sono invece richiesti 25 anni compiuti e per diventare senatori bisogna averne almeno 40 (art. 57).
Ultimo aggiornamento: 16 Gennaio, 08:41 © RIPRODUZIONE RISERVATA