Valentina Vezzali nuova sottosegretaria allo Sport: «L'impegno, così come in pedana, sarà volto ad onorare l'Italia»

Valentina Vezzali nuovo sottosegretario allo sport: dalla scherma a Montecitorio
4 Minuti di Lettura
Venerdì 12 Marzo 2021, 14:00 - Ultimo aggiornamento: 19:41

Valentina Vezzali è la nuova sottosegretaria allo Sport. Sei ori olimpici, 16 mondiali, 13 europei, portabandiera ai Giochi olimpici di Londra 2012 e l'impegno in politica da parlamentare con Scelta Civica di Mario Monti. Nata e cresciuta a Jesi, nelle Marche, la Vezzali ha scritto la storia della scherma italiana partecipando a 5 Olimpiadi, il primo oro ai Giochi di Atlanta 1996 per chiudere, sempre sul gradino più alto del podio, con un oro a squadra a Londra nel 2012.

 

Dal 1999 in forza al gruppo sportivo Fiamme Oro della Polizia di Stato, nel 2016 è entrata nella Walk of Fame dello sport italiano. Finita la carriera agonistica, Vezzali nel 2013 si è presentata alle elezioni politiche venendo eletta alla Camera con Scelta Civica. Come parlamentare ha fatto parte della Commissione cultura, scienza e istruzione.

«Sono profondamente onorata per l'incarico ricevuto dal Presidente del Consiglio. È una sfida importante, ben consapevole che il momento che stiamo vivendo. Mi riferisco soprattutto allo sport di base». Sono le prime di Valentina Vezzali come nuovo sottosegretario allo sport. «L'impegno così come in pedana sarà volto a onorare l'Italia - prosegue - per questo sarà anche necessario supportare quanti si preparano ad affrontare sotto le insegne tricolori i Giochi olimpici e paralimpici di Tokyo».

 

 «Essere chiamata ad occuparmi di sport, cioè di quello che è il mio mondo e la famiglia dalla quale provengo, è per me una sfida importante che affronterò con tanta umiltà e forte determinazione - continua Vezzali -. Mi metterò da subito al servizio della comunità sportiva del nostro Paese, ben consapevole che il momento che stiamo vivendo è, anche per il nostro mondo, particolarmente difficile e delicato. Mi riferisco soprattutto allo sport di base: un universo di società, lavoratori sportivi, ma anche volontari ed appassionati e, soprattutto, tanti ragazzi, che stanno soffrendo più di altri per le costrizioni conseguenti alla pandemia, ed ai quali è stata tolta la bellezza della pratica sportiva e soprattutto i benefici, anche in termini di benessere e salute».

«L'impegno, così come in pedana, sarà volto ad onorare l'Italia - continua -. Per questo sarà anche necessario supportare quanti si preparano ad affrontare, sotto le insegne tricolore, i Giochi Olimpici e Paralimpici di Tokyo e le diverse competizioni internazionali, durante le quali ci sentiamo orgogliosi di essere italiani. È necessario rilanciare lo Sport a 360 gradi e delineare, con scelte importanti, il suo futuro. Farò tesoro dell'esperienza maturata in questi anni e ringrazio quanti, ad iniziare dai miei maestri, il Gruppo Sportivo Fiamme Oro, la FederScherma che ho sentito vicina in queste ore, ed il suo Presidente onorario Giorgio Scarso, per aver sempre creduto in me non solo come atleta. Assicuro spirito di servizio - conclude Vezzali -, impegno, entusiasmo e dedizione. Sono e resterò una sportiva e spero di poter ricambiare allo sport quanto, in tanti anni, mi ha dato».

Tendenza Draghi/ I silenzi eloquenti che migliorano la nostra politica

Le parole di Di Francisca

«Vezzali sottosegretario allo sport? Per noi è molto bello, è un onore e sono convinta che metterà la stessa tenacia che aveva in pedana nel suo nuovo incarico». Sono le parole della Campionessa olimpica ai Giochi di Londra 2012 sia nell'individuale sia nella gara a squadre Elisa Di Francisca, all'Adnkronos, sulla nomina della collega di pedana Valentina Vezzali come sottosegretario allo sport del Governo Draghi. «Mi fa molto piacere perchè ci sarà anche un pò di scherma ai vertici dello sport», ha aggiunto Di Francisca.

Di Francisca diventerà di nuovo mamma: «Niente Olimpiadi, ma...»

© RIPRODUZIONE RISERVATA