Vaccini, Figliuolo alle Regioni: «Avanti con over 60 e fragili. Stop propaganda». Vacanze?: «Programmarle in funzione vaccinazioni»

Vaccini, Figliuolo: «Avanti con over 60 e fragili. Presidenti di Regione, prima i richiami poi la propaganda»
4 Minuti di Lettura

Vaccini prima a 60enni e fragili, e poi ai più giovani. Il commissario straordinario all'emergenza Coronavirus Figliuolo, oggi a Firenze, ha voluto così 'bacchettare' i presidenti di Regione: «Dobbiamo continuare a vaccinare gli over 60 e i fragili. Chiedo a tutti presidenti di Regione di andare avanti con i richiami - ha detto Francesco Paolo Figliuolo -; è facile farsi prendere dalla propaganda, ma se non mettiamo in sicurezza gli over 60 che hanno il 95% possibilità di finire in ospedale, o peggio ancora in terapia intensiva, o peggio ancora di morire, non ne usciamo. C'è stato un calo vertiginoso dei ricoveri e dei decessi dando priorità alle classi vulnerabili. Adesso abbiamo davanti 2-3 settimane in cui dobbiamo tenere la barra dritta».

Vaccini, nuovo errore di somministrazione in Toscana: 4 dosi invece di una a donna di 67 anni. L'Asl: «Sta bene»

Speranza: «Un italiano su tre ha avuto una dose di vaccino. Ora l'italia riparte»

VACANZE E VACCINI - «È bene che chi va in vacanza regoli le proprie vacanze in funzione dell'appuntamento vaccinale», ha detto poi il generale parlando con i giornalisti a Siena. «Per Astrazeneca si può fare con un intervallo tra 4 e 12 settimane tra prima e seconda dose, con i vaccini a mRna si può fare a 42 giorni - ha aggiunto -. Ritengo che potrebbe essere un non problema. Sono aperto a qualsiasi proposta che le Regioni vorranno farmi; ovviamente a tutto c'è un limite che è il pragmatismo, se facciamo voli pindarici e invenzioni, io non ci sto».

«Entro maggio altri due milioni di dosi AstraZeneca»

 

«AstraZeneca continua a distribuire, adesso arriveranno a fine settimana 400mila dosi e poi a fine mese ne avremo ancora 1.750.000 a livello nazionale», ha aggiunto Figliuolo nel corso della visita al centro vaccinale Nelson Mandela Forum di Firenze.

«Toscana partita male ma oggi ai primi posti»

«Siamo quasi a 28 milioni di somministrazioni In Italia. La Toscana sta facendo la sua parte. La Toscana era partita male, è inutile negarlo, ma con un dialogo costante con il presidente Giani e il lavoro sinergico oggi è tra i primi posti sui target importanti», ha detto il commissario Figliuolo oggi a Firenze e poi a Siena.

«Andare verso riaperture in maniera ordinata»

 

«Ieri, nella cabina di regia e nel conseguente Consiglio dei ministri, si sono prese decisioni importanti per il prosieguo della stagione e della vita di tutti noi - ha detto ancora Figliuolo -, andare verso le riaperture in maniera ordinata e sicura. C'è stato un calo vertiginoso dei contatti, delle ospedalizzazioni e dei decessi - ha aggiunto - dovuto anche all'ordinanza numero 6 che ho firmato il 9 aprile dando la priorità alle classi vulnerabili».

Alto Adige, vaccino da subito a tutte le fasce d'età

 

L'Alto Adige da giovedì apre le vaccinazioni a tutte le fasce d'età dai 18 anni in su. Una serie di 'serate vax' con AstraZeneca sono in programma in tutta la provincia. Come spiega il direttore generale dell'Azienda sanitaria, Florian Zerzer, «si tratta di un progetto pilota che in caso di successo potrà essere replicato». Con l'iniziativa serale l'Asl vuole avvicinare le persone che «lavorano di giorno e difficilmente si possono liberare». Da giovedì a sabato sono previsti «Open Vax Day&Night» a Bressanone, Vipiteno, Bolzano, Lana, Silandro e Brunico. Le prenotazioni per 4.800 appuntamenti partono dalla prossima mezzanotte.

Figliuolo: «Reithera vaccino di medio-lungo termine»

«Per Reithera c'è stato questo stop al finanziamento, la società sta aspettando lo Scientific Advise dell'Ema, che è una conditio sine qua non per andare in terza fase - ha detto il commissario Figliuolo -. È chiaro che è importantissimo avere capacità strategica e autonoma di produrre vaccini però ai fini della campagna vaccinale in questo momento, considerando che noi abbiamo quattro vaccini disponibili e a fine giugno avremo anche Curevac, chiaramente ci mette abbastanza al sicuro per le somministrazioni mentre il vaccino Reithera è di medio-lungo termine che in questo momento è molto attenzionato dal ministero dello Sviluppo Economico».

 

Martedì 18 Maggio 2021, 13:39 - Ultimo aggiornamento: 19 Maggio, 06:22
© RIPRODUZIONE RISERVATA