Ue, Gentiloni: «La crescita non viene
solo dalla politica monetaria»

Domenica 10 Novembre 2019
Paolo Gentiloni
«Non possiamo lasciare la crescita solo a strumenti di politica monetaria. Se a questi non
associamo» una politica fiscale e di bilancio espansiva sarà difficile tornare a livelli elevati di crescita. Lo afferma
Paolo Gentiloni, commissario europeo agli Affari economici.

In Europa «il livello medio del deficit non è mai stato così basso, il debito medio è all'84% del Pil e paragonato ad altri è basso e abbiamo un piano investimenti che avrà due capitoli e insieme mobilitano 300 miliardi all'anno», aggiunge Gentiloni al Festival 4.0 Città Impresa di Bergamo. «Nell'Eurozona abbiamo una crescita dimezzata rispetto al 2014-2017 e non è in vista un rimbalzo nel 2020-2021» ma «questo rallentamento non prelude a una recessione», soprattutto se si riuscirà a impostare un politica espansiva, spiega il Commissario europeo.

«Serve una Ue campione del multilateralismo globale e di politiche industriali: non sarà facile combinare l'esigenza
della competizione nel mercato e creare campioni nei settori per la competizione globale», conclude Gentiloni. © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Nel bagno delle donne il messaggio che gli uomini non scriverebbero mai

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma