Draghi, «Vogliamo un Natale diverso. Stato di emergenza? Valutiamo a fine anno». Speranza: «Terza dose agli over 18 dal primo dicembre»

Il premier illustra il decreto sul Super Green pass: «Quest'anno gli italiani hanno reagito, ora vogliamo conservare questa normalità»

Draghi, diretta: «Italia in lieve ma costante peggioramento, evitiamo rischi». Speranza: «Terza dose agli over 18 dal primo dicembre»
4 Minuti di Lettura
Mercoledì 24 Novembre 2021, 18:43 - Ultimo aggiornamento: 25 Novembre, 00:13

«La situazione italiana è oggi sotto controllo ma quella all'esterno del nostro Paese è molto grave», ha esordito Mario Draghi illustrando il decreto sul Green pass rafforzato, per il quale è stato dato il via libera dal Cdm. «Siamo nella situazione migliore in Europa grazie alla campagna vaccinale che è stata un successo notevole», ha aggiunto. E «spero che per i vaccinati spero sia un Natale normale», ha precisato.

Super green pass in zona bianca sino al 15 gennaio. Certificato verde obbligatorio anche su bus e metro. Stretta sui No vax. Mascherine all'aperto in “giallo”

Il premier ha evidenziato, comunque, che anche in Italia la situazione contagi è in «lieve ma costante peggioramento» e che è necessario «evitare rischi». 

Decreto Super Green pass, il PDF

Il premier: «Grazie agli italiani che si sono vaccinati, ora conservare la normalità»

«Vorrei ringraziare tutti gli italiani che hanno aderito alla campagna vaccinale con grande partecipazione», ha detto il premier. «I nostri ricordi vanno ai morti, alla caduta dell'8% dell'economia, vanno alle attività chiuse, ai ragazzi in dad e non sono stati bene, alcuni di loro stanno ancora soffrendo, e soprattutto i ricordi della povertà. Quest'anno gli italiani hanno reagito, ora vogliamo conservare questa normalità, non vogliamo rischi».

Super Green pass, tutti i punti del decreto approvato dal Cdm

«Questi provedimenti dicono che vogliamo prevenire per preservare, per conservare, vogliamo essere molto prudenti per evitare i rischi» e «per riuscire a conservare quello che ci siamo conquistati, che gli italiani si sono conquistati nel corso di quest'anno».

«È importante non sottovalutare le diversità di comportamenti, di vedute, nè sottovalutare ne criminalizzare ma cercare di continuare sulla strada, cercando di convincere, non credo ci siano alternative», ha spiegato rispondendo a una domanda sui No vax. Il premier, la terza dose l'ha già fatta, ha annunciato. E sui vaccini ai bambini: «È un tema all'attenzione, stiamo aspettando pronuncia dell'Ema, ma abbiamo deciso di iniziare una campagna di comuncazione perchè ci possono essere resistenze sulla vaccinazione per i bambini».

Controlli affidati alle forze dell'ordine

«La convinzione del Cdm è stata che i controlli sono una parte fondamentale: di questo è stata investita la ministra dell'Interno, le forze dell'ordine saranno mobilitate in modo totale. C'è la sensazione che questi controlli vadano rafforzati, c'è tutta una aneddotica sui mancati controlli: bisogna potenziarli. Tutte le forze di sicurezza, i vigili urbani, saranno impiegati con un impianto diverso dal passato», ha detto Draghi. «Per quanto riguarda i controlli ai valichi, quelli non di chi arriva in aereo e cioè di chi viene in macchina è più complicato: faremo controlli a campione».

Obiettivo preservare la stagione turistica

«Questi vari interventi servono proprio a dare certezze alla stagione turistica», ha spiegato Draghi. «Quale era l'alternativa lo scorso anno? Si guardava al peggioramento dei contagi - ha ricordato il presidente del Consiglio - poi si diceva che non sarebbe stato possibile tenere aperto e poi si è deciso di non tenere aperto, ma già prima molte prenotazioni erano scomparse, quindi questa strategia tende a dire che avremo fatto il possibile per difenderci dalla diffusione della pandemia e mantenere aperta la stagione».

Speranza: terza dose agli over 18 dal primo dicembre

«Il messaggio di fondo è un rafforzamento del Green pass per evitare chiusure e riduzioni di capienze, proviamo ad avere disciplina più rigida ma bilanciamo questo col ridurre le restrizioni. Così il ministro della Salute, Roberto Speranza. «La durata del Green pass sarà di 9 mesi» e «da oggi è possibile avere il richiamo a 5 mesi e ci apprestiamo a una ulteriore modifica - ha aggiunto - dal primo dicembre allargheremo la platea anagrafica della dose di richiamo. Dal primo dicembre sarà possibile la dose richiamo sopra i 18 anni».

Speranza: «Terza dose agli over 18 dal primo dicembre»

Video

© RIPRODUZIONE RISERVATA