Pucciarelli, la leghista anti-migranti a capo della commissione sui diritti umani

Mercoledì 14 Novembre 2018
8
La maggioranza gialloverde ha eletto, tra le polemiche, la senatrice leghista Stefania Pucciarelli presidente della Commissione Diritti Umani del Senato, incarico ricoperto sinora da Luigi Manconi. Furiosa la reazione del centrosinistra che ha sostenuto invano Emma Bonino: il Pd e LeU accusano infatti la parlamentare spezzina di essere gravemente inadeguata per questo incarico, alla luce di alcuni suoi pronunciamenti nel passato contro i migranti e le minoranze in genere. «Mise un like su un post in cui si parlava di "forni per i migranti".

Attualmente è sotto processo per istigazione all'odio razziale», attacca l'ex Presidente della Camera, Laura Boldrini. Durissimo anche il Pd: «L'elezione di Stefania Pucciarelli suona come una dichiarazione di guerra ai diritti», denuncia il responsabile Diritti civili del Pd Sergio Lo Giudice. «Invoca le ruspe nei campi rom. Ha invitato - prosegue Lo Giudice - a "prendere bene la mira" per uccidere i ladri in casa. È contraria al riconoscimento dei diritti delle persone Lgbt e a una legge contro la tortura. Affidare a un profilo simile la presidenza di quella delicata Commissione è stato peggio che affossarla».

L'ex ministro dem, Valeria Fedeli se la prende con i senatori Cinque Stelle per non aver appoggiato la candidatura di Emma Bonino. «È un grave errore - commenta rammaricata - che abbiano fatto prevalere una logica di schieramento invece che valorizzare la competenza di Emma e il suo impegno decennale su questi temi». Laconica la senatrice Pd Simona Malpezzi, secondo cui il voto dei pentastellati a favore di Pucciarelli dimostra che «tra M5S e Lega non c'è nessuna differenza». Secondo Pippo Civati, la Commissione sui diritti umani «viene travolta dalla ruspa leghista». Molto critiche anche le associazioni che si occupano della tutela dei diritti umani. Secondo Amnesty International si tratta di una nomina «del tutto inadeguata e inopportuna».

«La senatrice - osserva il portavoce di Amnesty International Italia Riccardo Noury - è nota per aver fatto dichiarazioni contrarie ai diritti umani, e non capiamo come possa presiedere un organismo il cui scopo è quello di promuoverli e tutelarli». Una bocciatura che arriva anche da Equality Italia: «la maggioranza ha messo una lupa nel recinto di un gregge indifeso», commenta il suo Presidente, Aurelio Mancuso. A fronte di tante critiche, Pucciarelli ha diffuso un commento stringato: «Sono orgogliosa e emozionata di questa nomina. Insieme ai colleghi della Lega lavoreremo pancia a terra, e affronteremo subito il caso di Asia Bibi. Basta persecuzioni contro i cristiani. Accendiamo i riflettori sul loro genocidio».
Ultimo aggiornamento: 15 Novembre, 07:52 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Fare il vento è un modo di dire per dire che non si paga al ristorante

di Mauro Evangelisti