Santori e il discorso surreale «su due oche uccise da un cane». L'intervento in consiglio comunale diventa virale

Il tono con cui ha pronunciato il discorso pubblico è in tutto e per tutto simile alle canzoni dei reggiani Offlaga Disco Pax

Bologna, Mattia Santori interviene in consiglio comunale su due oche uccise da un cane: su Twitter il suo discorso diventa una canzone
di Stefania Piras
4 Minuti di Lettura
Mercoledì 6 Aprile 2022, 11:15 - Ultimo aggiornamento: 7 Aprile, 18:08

«La sottovalutazione della gestione di un cane non si deve tradurre in danni ad animali, bambini e persone adulte», dice Mattia Santori, la "Sardina", intervenendo al consiglio comunale di Bologna dove ha espresso solidarietà al collega dei Verdi Davide Celli che ha denunciato l'aggressione alle sue oche. Il suo intervento ha sollevato critiche e anche ironie: perché parlare di due oche durante l'assemblea pubblica della città? 

Le oche sono state aggredite e sono morte dopo l'attacco di un cane. Il consigliere Celli, figlio del famoso entomologo Giorgio Celli, ha pubblicato anche le foto delle oche uccise sollevando il problema dei cani molossoidi non attentamente custoditi dai proprietari. «Tutti devono vedere quali sono le conseguenze di chi non sa tenere i cani (a proposito, da informazioni ricevute mi è stato detto che i cani, da piccoli, non sono stati presi da da un canile, ma da un allevamento, e questo già la dice lunga) - scrive Celli su Facebook -  Appena mi riprendo farò una proposta al Sindaco Lepore, è ora di finirla con certi personaggi che non sanno gestire i propri cani e, come se non bastasse, si scelgono le razze più difficili da gestire, ma non ne farò una questione di razza, ma di testa di chi si ritrova ad avere a che fare con quella razza. L'esame lo dovrà sostenere la testa del padrone del cane, e non il cane».

«Già perché se la testa del padrone non si allinea a quella del cane. Il problema, tanto per capirci, non è: "mi dispiace non ho fatto il recinto abbastanza alto e i cani sono scappati" il problema è che se prendi un cane, un pit bull o similare, devi stare con il cane e non devi chiuderlo nel recinto. Può essere alto o robusto fin che vuoi quel recinto, ma nel momento che il cane scappa, il risultato è questo che si vede in foto. Il problema non è rinchiudere, ma è capire che rinchiudere è l'inizio della fine. Ed è anche ora di finirla con il giro di soldi in nero che girano intorno a tutti quegli allevatori casalinghi che hanno trovato l'America in Italia. E scrivo in generale e non riferendomi a quanto accaduto. Delle critiche che arriveranno, Francamente me ne sbatto. Io tiro dritto. Poi, è pur vero, che l'ultima parola spetta al signor sindaco Matteo Lepore. Volete il pitbull?... vi fate un corso, altrimenti pagate una tassa di soggiorno che serve a compensare i danni e le spese che il comune dovrà sostenere quando il pit bull sarà portato al canile. E io, ricordatevelo, sono un proprietario di pit e dovrò fare il corso», conclude Celli.

«É difficile per chi come me non ha animali domestici capire il rapporto tra una persona e un cane figuriamoci tra un uomo e due oche chiassose e scontrose», dice Santori. La colpa non è del cane ma del proprietario, ribadisce Santori che in queste ore è diventato molto popolare sui social proprio dopo questo intervento contrito sulle oche del collega. L'opposizione, da Fratelli d'Italia a Calenda, ha criticato la sardina per il suo intervento. A loro dire è irrilevante. 

Ma il discorso ha scatenato anche l'ironia dei "passanti" di Twitter che sono riusciti invece a strappare una risata tutta emiliana. L'intervento della Sardina non ha evocato l'indignazione dell'opposizione, c'è stata piuttosto una correlazione musicale. Il tono grave e l'accento emiliano con il quale Santori parla in consiglio comunale è stato immediatamente accostato all'inconfondibile recitato di Max Collini, il cantante degli Offlaga Disco Pax. Risultato? L'intervento è stato sintetizzato con una base musicale ed è diventato una canzone che omaggia i reggiani Offlaga.

«Due oche, le Sardine, Mattia Santori, gli Offlaga Disco Pax: mi esplode il cervello», commenta Collini in un tweet. E sembra di ascoltarlo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA