MATTEO SALVINI

Migranti, Salvini indagato di nuovo per sequestro di persona per il caso Open Arms

Martedì 19 Novembre 2019
2
Migranti, Salvini indagato per sequestro di persona per il caso Open Arms

Matteo Salvini finisce di nuovo sotto indagine per sequestro di persona. La Procura di Agrigento ha iscritto il leader della Lega ed ex ministro dell'Interno nel registro degli indagati per il caso Open Arms. La nave della Ong venne tenuta ferma al largo di Lampedusa con 164 persone a bordo nell'agosto scorso. «Inizio a essere stufo», è il primo commento del capo del Carroccio.

Ilaria Cucchi querela Salvini: non può giocare sul corpo di Stefano. Lui: ci vediamo in tribunale

Salvini è accusato di sequestro di persona e omissioni di atti d'ufficio, come scrive oggi Repubblica. Già un anno fa l'ex ministro era finito sotto inchiesta per un caso analogo, per la nave Diciotti. Il fascicolo è già, per competenza, sul tavolo del Procuratore di Palermo Francesco Lo Voi che entro 15 giorni dovrà decidere se confermare l'ipotesi di reato o chiedere l'archiviazione e mandare il fascicolo al Tribunale dei ministri.

«Mi domando se in Procura ad Agrigento non abbiano cose più serie di cui occuparsi. Usano denaro pubblico, prima o poi mi verrà voglia di chiedere conto di come lo usano. È la seconda, la terza, la quarta, la quinta inchiesta. Ho fatto quello che gli italiani mi chiedevano di fare, ho difeso i confini, inizio a essere stufo», ha detto Salvini arrivando al 19esimo Congresso nazionale del Sap a Rimini. «Magari chiederemo conto a qualcuno di come utilizzano il tempo e il denaro che i cittadini italiani investono in giustizia - ha concluso il leader del Carroccio - perché temo che ad Agrigento e in Sicilia ci siano temi ben più gravi che rompere le scatole a Matteo Salvini».

Ultimo aggiornamento: 11:28 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Sui bus e la metro di Roma le voci parlano strano: fermate “Gnogno” e “Megabyte 1”

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma