Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Salvini: «Il centrodestra si è sciolto come neve al sole, referendum sulla giustizia saranno banco di prova»

Le parole del segretario del Carroccio sull'alleanza con gli altri partiti

Salvini: «Il centrodestra si è sciolto come neve al sole, referendum sulla giustizia saranno banco di prova»
3 Minuti di Lettura
Sabato 5 Febbraio 2022, 18:19 - Ultimo aggiornamento: 18:38

Ancora tensioni e crisi d'identità all'interno della coalizione di centrodestra, uscita con le ossa rotte dall'elezione del presidente della repubblica. Il segretario della Lega Matteo Salvini, collegato da remoto è intervenuto oggi al convegno "Il futuro della destra in Europa" a Marina di Carrara e ha detto che: «I referendum sulla giustizia saranno un banco di prova per il cosiddetto centrodestra, permettetemi di usare il cosiddetto, perché alla prova dei fatti sono stato uno dei pochi a credere all'unità della coalizione che si è sciolta come neve al sole». I referendum su cui si pronuncerà il 15 febbraio la Corte Costituzionale sono otto e ben sei sono sulla giustizia. La Consulta deve dichiararne l'ammissibilità. Se sarà così si andrà a votare.

Salvini si intesta una delle battaglie madri del centrodestra a trazione berlusconiana: la giustizia. Una battaglia liberale, sottolinea il segretario: «Se ci sarà l'ok della Corte costituzionale sui quesiti referendari sulla giustizia si andrà a votare, credo in primavera, si parla di aprile e lì sarà un banco di prova perché una riforma della giustizia che ci porta sul modello occidentale con la responsabilità civile diretta dei magistrati, con la separazione delle carriere, la riforma del Csm, lì vediamo chi avrà un atteggiamento liberale, moderno, conservatore europeista, atlantista e chi invece giocherà per la conservazione, giocherà di rimessa». 

La riforma del Csm: cos'è e cosa prevede

Parole durissime contro gli (ex?) amici di Forza Italia: «Ma il centrodestra oggi è coalizione in Italia? No, è evidente. Quando c'è una candidata alla presidenza della Repubblica, un'alta carica, che contava su 450 voti e 70 voti del presunto centrodestra sono scomparsi, più di 40 di Forza Italia, un suo candidato, evidentemente in questo momento e da un pò di tempo e temo per qualche settimana, alla logica di squadra qualcuno preferisce quella del singolo. Più che un ragionamento collettivo c'è un ragionamento miope che guarda al proprio orticello».

E il perimetro del centrodestra che sarà lo tratteggia lui: «Il centrodestra si deve chiedere quale sia la sua anima, gli obiettivi e i punti cardinali. Io ce li ho ben chiari in testa: il lavoro con meno Stato possibile e più libertà possibili, uno Stato sociale che c'è e non viene smantellato, la libertà dell'educazione con scuole paritarie con la stessa dignità delle statali, una giustizia giusta e no a 6 milioni di processi in arretrato».

© RIPRODUZIONE RISERVATA